Con l’arrivo di questo clima estivo, le fatiche degli atleti della Asd Padernese pattinaggio sono state ripagate con una vera e propria valanga di medaglie in territorio austriaco.

Valanga di medaglie in Austria per l’ Asd Pattinaggio padernese

Per la settima tappa di coppa Europa 2019, gli atleti della Asd padernese accompagnati da Umbertina Ravasi, hanno dato battaglia in terra austriaca, e hanno raccolto successi e consensi da parte del pubblico e dai tecnici.  Il gruppo dei più piccoli è quello che ha vinto di più,sopratutto con Luca Gostantini, che nella categoria dieci anni ha dimostrato di avere stoffa conquistando due vittorie e un argento, aggiudicandosi di conseguenza la combinata. Ancora meglio ha fatto l’atleta, non che sorella di Luca, Gaia Gostantini che con determinazione ha fatto sue tutte tre le gare vincendo di conseguenza la combinata. Nella categoria cadets ,Julia Bedon, ha sofferto molto l’aggressività delle quattordicenni straniere. Nonostante ciò Julia ha conquistato un bel quarto posto nella gara sprint, e ha ottenuto un sesto posto nella combinata. Per quanto riguarda la categoria youts, Michele Merlini ha deluso nella specialità a lui più adatta, ovvero la 500 metri sprint. Forse l’emozione lo ha tradito, sta di fatto che con una partenza falsa sia in qualifica che ai quarti di finale gli ha dovuto far abbandonare la gara prima del previsto. Michele si è successivamente riscatto in gare più difficili per lui, ottenendo infine un sesto posto in combinata. Tra le junior femmine è spiccato un terzetto che ha difeso i colori granata. Una di queste è Giulia Corsini, che ha conquistato ben quattro medaglie d’argento, ma non è mai stata in grado di stare davanti alla statunitense Stoddard Corie. grandi risultati gli ha ottenuti anche Alice Donghi  sopratutto nelle gare brevi, mentre Sara Bernizzoni  nelle gare sulla distanza. Nella combinata hanno concluso rispettivamente sesta e settima. Nella pari categoria maschile ha brillato Marco Bendon che si è aggiudicato la 500 metri sprint, e per un soffio non ha vinto la 1000 metri. Egli ha ottenuto così la combinata dedicata ai velocisti. Bendon si è fatto valere anche nelle gare di fondo, ottenendo due piazze d’onore dietro al campione europeo   Sejpal Zdenek in gara per la Repubblica Ceca.  Anche Ivan Sanità ha conquistato buoni risultati, nonostante la mancanza di un po’ di determinazione. Ottiene comunque un quinto posto complessivo. Tutto sommato questa trasferta si è rivelata un vero e proprio successo per l’Asd padernese, e inoltre è stata una buona occasione di confronto internazionale in funzione di una continua crescita dei giovanissimi atleti.