Come ogni anno il Gruppo Ragni è lieto di presentare alla Città di Lecco l’attività alpinistica svolta durante gli ultimi dodici mesi, attraverso filmati inediti e l’incontro diretto con i protagonisti dell’alpinismo Lecchese di ieri e di oggi. L’appuntamento è giovedì 23 maggio alle 21 al  Cenacolo Francescano di Lecco.

Torna la Serata in Maglione Rosso con i Ragni di Lecco

“Quest’anno, accanto al racconto di tante nuove avventure (dalla Patagonia alla valle di Yosemite), ricorderemo anche una salita che ha fatto la storia del nostro gruppo, ovvero quella del Jirishanca, avvenuta esattamente cinquant’anni fa. Grazie alla collaborazione della Fondazione Cassin verrà, infatti,  proiettato lo storico film della spedizione” spiegano i Maglioni Rossi. “Vi presenteremo inoltre i nuovi membri entrati a far parte dei Ragni nel 2018 e non mancherà, come sempre, lo spazio dedicato ai giovani ed alle nuove generazioni, che rappresentano il futuro del nostro gruppo e sono sempre carichi di entusiasmo ed energia”.

Monti Sorgenti

“Per noi Ragni è un onore contribuire con questa serata ad arricchire la rassegna di Monti Sorgenti e lavorare a fianco del Cai Lecco per promuovere la cultura di montagna sul nostro territorio. Ci auguriamo, come gli anni passati, di riuscire a coinvolgere il pubblico con le nostre salite e con la simpatia e l’energia dei nostri ragazzi”.

Il programma

In scaletta ci sono le prime visioni dei film dedicati elle recenti spedizioni in Patagonia: dal tentativo in stile alpino sul Diedro degli Inglesi alla parete est del Torre, alla prima salita del Cerro Mangiafuoco, remota cima del Campo de Hielo Norte. “Andremo poi in California, sullo splendido granito di El Capitan, per la ripetizione della via Lurking Fear (quasi tutta in arrampicata libera!). Da lì si tornerà nelle Grigne, che ancora nascondono belle e difficili linee di scalata. Stefano Carnati ci porterà nel mondo dell’arrampicata sportiva ai massimi livelli. Lola Delnevo ci farà conoscere la sua passione per la natura e l’avventura, che neppure un gravissimo incidente è riuscito a fermare… Saremo poi accanto ai ragazzi della nostra squadra sportiva, per conoscere la loro passione e gioia per la scalata”.