Sale la febbre derby lariano: domani, mercoledì 22 maggio 2019,  il Lecco tenterà di espugnare Como. Una partita ad alto tasso di adrenalina, un match che da sempre ringalluzzisce un rivalità, mai sopita, tra le due sponde del Lario (e non solo in “materia di calcio”).

22 anni fa Como-Lecco 1-3. Ovvero “Como, Provincia di Lecco”

La partita di domani, valevole par la poule scudetto, verrà disputata allo stadio Giuseppe Sinigaglia di Como, teatro di una delle partite più memorabili dei blucelesti, quel Como Lecco finito 1 a 3, il 30 novembre 1997. Chi c’era quel giorno, a Como, fa fatica a ricordare un momento più bello a tinte blucelesti. Chi non c’era, specie i più giovani, deve accontentarsi dei racconti e delle immagini, quelle che scalfiscono una delle pepite più belle che la storia della Calcio Lecco si porta dietro. Un derby, anzi, il derby. Quello della rinascita lecchese dopo anni e anni (19, per la precisione) di distanza, coi rivali biancoblu, arrivati fino alla Serie A, nel mentre. Quello di una squadra gagliarda e bizzarra, neo promossa in Serie C eppure capace di spaventare tante grandi, col piglio burbero di mister Cadregari, che a fine stagione arriverà settima, 4 punti davanti agli odiati cugini. Merito anche di quella gara che si giocò esattamente vent’anni fa, di quel “ComoLeccoUnoaTre” che, nella mentalità bluceleste, ha la stessa aura di mito di “ItaliaGermaniaQuattroaTre”.

 

Sale la febbre derby lariano: domani il Lecco tenterà di espugnare Como

Sebbene la bilancia delle partite vinte, in generale,  pesi a favore dei “cugini” comaschi  anche l’ultimo incrocio tra blucelesti e biancoblu va inserito tra i bei ricordi dei lecchesi. La partita venne  disputata al Rigamonti-Ceppi nel 2011 in Coppa Italia di Serie C:  si trattò di una vittoria incredibile per 3-2 con gol lecchese giunto al 93′. E ovviamente tutta Lecco spera che l’incontro di domani finisca regalando alla città un’analoga gioia.

 

Le polemiche sui biglietti

Intanto  però in città infuriano le polemiche per i biglietti. I tifosi blucelesti infatti hanno lamentato un numero eccessivamente risicato di tagliandi per la curva, 300 in tutto. I biglietti, messi in vendita da lunedì, sono andati in fumo nel giro di pochissimo tempo mandando su tutte le furie i sostenitori.


La posizione della società

Anche la società Calcio Lecco 1912 è intervenuta sulla querelle con una nota ufficiale:

Calcio Lecco 1912, a fronte dei numerosi attacchi riguardo la prevendita dei biglietti per la trasferta di Como, comunica che ha dato la totale disponibilità per gestire e garantire il corretto svolgimento della prevendita. Essendo però i biglietti nominali, questi devono essere venduti dalla ricevitoria autorizzata.La Società vuole sottolineare ai tifosi che tutta la procedura di vendita dei tagliandi non dipende direttamente dalla stessa.

 

Mister Gaburro prima del derby

Polemiche a parte, veniamo alla parte agonistica.  Ecco le parole di Mister Gaburro in conferenza stampa: “Bisogna avere un approccio superiore rispetto a quello di sabato scorso -si legge sul sito www.calciolecco1912.com. “Sarà una partita in cui conteranno tutti i novanta minuti, ma l’inizio di gara sarà fondamentale. Sappiamo che dovremo fare un gol e che il Como deve per forza giocare per vincere, anche se non è una squadra che si sbilancia troppo. Se lo farà sarà meglio per noi. È un derby che si vincerà grazie alla cura dei dettagli come intensità, forza nei contrasti, concentrazione. Farò sicuramente dei cambiamenti nell’undici titolare perché contro l’Arzignano non mi è piaciuto l’approccio. Il Como ha tanti elementi di qualità con giocatori che vantano la Serie C nel loro curriculum. La chiave della partita? Giocare a calcio e non accettare il loro non gioco, se il tempo effettivo sarà alto vorrà dire che avremo fatto un buon lavoro”.

Leggi anche:  Olimpiadi invernali 2026: straordinaria occasione per il territorio lecchese

Attenzione ai provvedimenti sul traffico a Como

In occasione della partita la Questura di Como, a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, ha richiesto l’adozione di provvedimenti per limitare la sosta e la circolazione dei veicoli e dei pedoni nelle aree circostanti lo stadio.

L’ordinanza adottata dalla Polizia locale e pubblicata all’albo pretorio pertanto prevede la sospensione della circolazione veicolare dalle 8 di domani mattina lungo viale Vittorio Veneto nel tratto dall’intersezione con via F. Rosselli sino al monumento ai caduti (eccetto per veicoli autorizzati (personale-steward), bus calciatori ospiti, nonché per i veicoli provenienti da via Sinigaglia ed in uscita su viale F. Rosselli), in viale Puecher, piazzale Somaini, viale Masia (da piazzale Somaini a via Rosselli), via Sinigaglia, via Martinelli, via Scarabota, via Campo Garibaldi. I sistemi di recinzione mobili che inibiranno anche il passaggio pedonale in viale Puecher, via Sinigaglia, via Martinelli , Campo Garibaldi, Giardini Pubblici a lago;

In deroga, dove non fisicamente impedito dalle barriere mobili, potranno accedere i veicoli dei residenti con posto auto su area privata o in presenza di stalli di sosta liberi, e compatibilmente con la situazione dell’ordine pubblico, i residenti con abbonamento annuale alla sosta su area pubblica (stalli blu) Zona 11.

In presenza di particolari situazioni attinenti l’ordine e la sicurezza pubblica, a giudizio del dirigente per l’ordine pubblico della Questura di Como, potrà essere disposto in qualsiasi momento la sospensione della circolazione di tutte le categorie di veicoli, lungo viale Sinigaglia ed a termine gara la momentanea chiusura di via Recchi, eccetto per i veicoli autorizzati in senso opposto di marcia;

Dalle ore 10 e comunque non oltre le ore 19 è vietata la sosta con rimozione forzata dei veicoli per tutte le categorie di veicoli compresi quelli autorizzati (abbonamento residenti) e quelli a servizio delle persone invalide lungo viale Puecher, viale Masia (da piazzale Somaini a viale F.Rosselli), largo Borgonovo, viale Vittorio Veneto, via Sinigaglia (da via Masia a viale Vittorio Veneto), piazzale Somaini, via Martinelli, via Campo Garibaldi, via Sinigaglia (da via Masia a fondo cieco), piazzale San Gottardo (area parcheggio antistante la stazione di Como San Giovanni), viale Rosselli, via Recchi nel tratto compreso da via Sant’Elia a viale F.Rosselli.

Sono autorizzati alla sosta in viale Puecher, area antistante il monumento ai caduti, i bus e le autovetture dei tifosi della società calcistica ospite.