Nel primo weekend di giugno le società di rotellistica, Roseda compresa, sono state impegnate in varie sfide sportive, sulla pista comunale di Rivoli (Torino) per il diciottesimo gran premio nazionale trofeo Tetti Blu e memorial Bruno Pin.

Rotellistica Roseda in pista fra Torino e Siena

Nel primo weekend di giugno le società di rotellistica, Roseda compresa, hanno partecipato ad alcune sfide sportive sulla pista comunale di Rivoli ,a Torino, per il diciottesimo gran premio nazionale trofeo tetti blu e memorial Bruno Pin, tappa valida per il circuito Cno.  I ragazzi (esordienti e giovanissimi) sono stati impegnati su una pista sintetica e molto scivolosa, luogo di grandi scivoloni e cadute, per fortuna senza conseguenze, dove la tenuta dei muscoli era molto più importante di quella delle ruote tecniche utilizzate.
Le gare veloci e la pista stretta hanno aumentato la tensione e lo stress degli atleti rosedini, che nonostante ciò, hanno ottenuto ottimi risultati  sia nella gara corta composta da 3-2 giri, sia nelle gare lunghe da 2000-600-400 metri (distanze che calano per i più giovani). Al mattino gli atleti hanno ottenuto tre coppe e podi, in particolare con l’ottima prestazione di Christian Vignazza, secondo nella corta e settimo nella lunga che gli ha permesso di salire sul terzo gradino del podio nella combinata. Ottimo risultato anche per Davide Premi, che ha ottenuto un bel settimo posto. Risultati  rassicuranti arrivano anche da parte di Lea Corradini,che, in un periodo di crescita, ha conquistato un quinto posto nella corta e un nono posto nella lunga. Dopo la pausa, nel pomeriggio,sono riprese le gare con distanze ridotte per i più giovani, nella quale i rosedini hanno conquistato tre podi, uno dei quali con Giorgia Stetco che ha agguantato il nono posto e la coppa in entrambe le gare. Oltre a lei, ha spiccato Nina Corradini, che non ha brillato nella lunga, ma si è riscattata nella gara corta ottenendo un quinto posto , salendo comunque sul podio per ottenere la sua coppa. Per concludere parliamo dell’atleta Daniel Vignazza, che ha ottenuto un ottimo risultato nella gara lunga e lo bilancia con un risultato deludente nella corta. Nonostante ciò,  ha conquistato comunque il podio Cno. Unica nota negativa sono state le condizioni pessime  di sicurezza e igieniche che hanno caratterizzato la struttura che ha ospitato l’evento. Un altro ambiente e altre condizioni hanno accolto le rosedine categoria allievi a Siena per la complicata tappa del XIII trofeo città di Siena del circuito centro Italia, valida per l’Italian Inline Tour. Quattro le gare previste per la categoria allievi, partendo dal primo pomeriggio fino arrivando a sera tardi.  Si inizia con la 500 metri sprint, si prosegue poi con una veloce 1000 metri sprint per le corte, successivamente una 5000 metri a punti ed infine una sfiancante 10000 metri a eliminazione. Nonostante gli sforzi delle atlete Rebecca Valagussa, Giulia Bellani, Matilde Elli, Greta Ripamonti, le rosedine non hanno ottenuto grandi risultati sul difficilissimo circuito di Siena (uno dei più complicati in Italia). Tutto ciò servirà alle ragazze come allenamento in vista delle prossime tappe Cno.