Una giornata importante quella di domenica 31 marzo per la Rotellistica Roseda. Il team di Merate si è infatti distinto nelle gare interprovinciali, occasione in cui gli atleti hanno avuto modo di dimostrare le loro grandi capacità tecniche al pattinodromo di Cassano d’Adda.

Roseda, trionfo all’interprovinciale

Sotto il sole di domenica 31 marzo hanno avuto luogo al pattinodromo di Cassano d’Adda le gare del campionato interprovinciale di pattinaggio su strada per le categorie maggiori. Gli atleti, divisi in parte maschile e femminile, si sono cimentati in diverse specialità, differenti per lunghezza del tracciato e per modalità di valutazione: nella prima o “la corta” (anche detta “giro sprint”) i ragazzi hanno percorso 200 metri e le ragazze 300, mentre nella seconda o “la lunga” la distanza da coprire era rispettivamente pari a 2000 metri per i ragazzi e 3000 per le ragazze. Raffaella Colombo, appartenente alla categoria Seniores e allenatrice al Roseda ormai da molti anni, è stata indubbiamente la regina della pista. Il risultato ottenuto ha dimostrato pienamente l’abilità tecnica acquisita dall’atleta nel corso della sua lunga carriera sportiva, che le ha consentito di conquistare ben due medaglie d’oro, la prima nei 200 metri sprint e la seconda nei 3000 metri a punti. Inoltre tutte le allieve rosedine erano presenti sia sul podio che a lato di esso, dalla prima all’ottava posizione. Anche alcuni ragazzi hanno avuto successo.

Raffaella Colombo

La classifica

Per quanto riguarda i ragazzi, spicca in vetta al tabellone il lecchese Christian Vignazza, salito sul primo gradino del podio nella 200 metri e sul terzo nella 2000 metri in linea. Seguono Davide Premi, al terzo gradino nella corta ed al secondo nella lunga, e Andrea Pozzoni, che si è posizionato terzo nel Giro sprint e secondo nella lunga. Tra le ragazze invece si sono distinte nella 3000 metri a punti Rebecca Valagussa, prima classificata, e Matilde Elli, terza. Nel Giro sprint Giulia Bellani e Greta Ripamonti sono arrivate rispettivamente prima e terza. Giulia Nasatti si aggiudica poi il terzo posto nella corta e rasenta il podio nella lunga, mentre le sue compagne di categoria hanno avuto minor fortuna. Al contrario ha dato i suoi frutti l’impegno di Lea Corradini e Sofia Balasini, entrambe seconde classificate, rispettivamente nella 300 metri sprint e nella 3000 metri in linea, in cui Lea si è inoltre posizionata terza.

 

Leggi anche:  Marco Frigerio solleva 200 kg e si conferma campione italiano di distensione su panca. VIDEO DELLA VITTORIA

La competizione è un’opportunità per mettersi alla prova

Le interprovinciali, suddivise in otto provincie lombarde e le loro classifiche, sono competizioni per così dire “fini a se stesse”, in quanto non portano grandi onori agli atleti ed alle società per cui gareggiano, se non un podio ed un applauso per i primi tre classificati di ogni categoria. Tuttavia costituiscono per loro un’occasione di gratificazione personale e soprattutto un ottimo test agonistico e tecnico in vista delle prossime gare. Infatti si avvicinano l’inizio del Circuito Nord Ovest e la data della trasferta a Geisingenin, in Germania, tappa del campionato europeo a cui parteciperà anche un folto gruppo della Rotellistica Roseda.

La commovente dedica a Leonardo Ghilardi

Nel corso della giornata si sono svolti due momenti, ripetuti prima delle gare al mattino ed al pomeriggio, di profonda commozione in ricordo del giovanissimo atleta ed allenatore dello Skating Club Cassano d’Adda Leonardo Ghilardi, che ha lasciato tutti coloro che lo conoscevano e gli volevano bene come ragazzo e come atleta dopo una lunga malattia. Gli atleti ne hanno onorato la memoria con un giro di pista fra le lacrime, nell’assoluto silenzio di tutti i presenti.

Leonardo Ghilardi