Una buona domenica, agonisticamente parlando, per i bikers del Pontida Mtb Team che dominano senza alcun problema il Trofeo Coni.

Pontida Mtb Team domina al Trofeo Coni

Agonisticamente parlando per i giovani del Pontida Mtb Team è stata un’ottima domenica quella appena trascorsa a Robbiate nella pista Sernovella, dove si sono disputate le gare di team relay (staffetta) valide come prove regionali del Trofeo Coni Kinder+Sport. La giornata è stata molto lunga e si è suddivisa in varie parti, partendo dalle qualificazioni passando poi dalle batterie, dai ripescaggi e dalla finale di consolazione fino ad arrivare all’attesissima finalissima. Il Comitato della Fci di Bergamo (presente con sei formazioni) ha dominato senza alcun problema ed è riuscito a conquistare con tre formazioni il podio. A difendere i colori bergamaschi c’erano anche quattro atleti del Pontida Mtb Team come per esempio Daria Durante, che è riuscita ha conquistare la finale e il secondo posto, Marco Crocè, che ha chiuso settimo, Simone Roncalli ed Elisa Valli tredicesimi.

Dalla pista di Sernovella a Bolzano

Dalla pista di Sernovella di Robbiate passiamo in provincia di Bolzano, dove sabato si è disputato il Campionato Italiano Xc Eliminator e domenica la terza prova della Coppa Italia giovanile. In quest’ultima competizione hanno effettuato una buona performance atlete come Matilda Durante, che nella categoria allieve primo anno ha chiuso quattordicesima. E’ buona la prestazione anche da parte di Andrea Lino Bertuletti, che nella categoria esordienti secondo anno, che ha chiuso quattordicesimo con una rimonta eccellente dopo essere stato ostacolato al via.

Leggi anche:  5^ Barro Sky Night: tanti campioni al via

La sfortuna di Eros Cancedda

Giornata impeccabile per Gabriele Bellani, che ha conquistato un ottimo ottavo posto tra gli allievi primo anno. Gara molto sfortunata per Eros Cancedda, che già al primo giro ha dovuto fermarsi nell’area tecnica per via di una foratura alla gomma anteriore. Tutto ciò si è ripetuto anche all’ultimo giro quando Eros ha dovuto di nuovo arrendersi a causa di un foratura alla gomma posteriore. Al traguardo anche Jacopo Panza (trentunesimo) e Riccardo Avogadro (quarantottesimo)