Per il quinto anno consecutivo il trofeo del Piccolo Giro di Lombardia sarà intitolato alla memoria di Giorgio Frigerio. Il modo più naturale con cui il Velo Club Oggiono vuole continuare  a ricordare un amico, un grande appassionato di ciclismo e una figura cruciale per il Comitato Organizzatore presieduto da Daniele Fumagalli. Anche domenica 6 ottobre il ricordo di Giorgio rivivrà simbolicamente in quel trofeo, negli occhi e nella gioia del vincitore che da Oggiono, si spera, muoverà le prime pedalate verso una brillante carriera anche a livello professionistico.

Piccolo Giro di Lombardia in ricordo di Giorgio Frigerio

Giorgio Frigerio è stato anche il promotore più entusiasta nell’avviare l’organizzazione del Piccolo Giro di Lombardia; nel 2009, quando in seno al Velo Club Oggiono c’erano molti dubbi sulle possibilità di essere all’altezza di un compito così importante, è stato proprio lui a trascinare tutti col suo carisma e il buonumore in questa avventura.

Imprenditore con il fratello Bruno della Frigerio Ceramiche di Annone Brianza, oltre che sponsor, era soprattutto un amico, una persona capace di fare gruppo e spronare l’attività cicloturistica. La sua era una passione smisurata per la bicicletta. “Giorgio aveva un carattere solare, sempre col sorriso sulle labbra e possedeva la straordinaria capacità di metterti di buonumore appena ti incontrava”, lo ricordano così i fratelli Gianni, Bruno e tutti coloro che l’hanno conosciuto.

Leggi anche:  Domenica primo derby per i blucelesti: aperta la prevendita per Lecco-Monza

Lo stesso entusiasmo e la stessa passione che anima ciascuno dei quasi 200 ragazzi che domenica 6 ottobre si schiereranno alla partenza del Piccolo Lombardia, la prestigiosa classica internazionale per Under 23 che quest’anno celebra la sua 91esima edizione.