Mattia Cardellini è l’innesto della NPO Gordon.

Mattia Cardellini è l’innesto della Gordon Olginate

Fabio Ripamonti, dopo l’infortunio di Matteo Marinò, non perde tempo e ingaggia immediatamente il forte play di scuola Scavolini Pesaro Mattia Cardellini: “Non potevamo affrontare i prossimi due mesi in cui ci giocheremo l’intera stagione con un roster ridotto – commenta il ds di Olginate- l’infortunio del nostro capitano ci ha messo in ginocchio ma siamo riusciti subito a trovare un ottimo sostituto. Adesso torniamo al lavoro per coprire anche il vuoto lasciato da Planezio e tornare a ruggire già da sabato contro Bernareggio in cui ci giochiamo moltissimo”.

Cardellini è cresciuto a Pesaro

Matteo, classe ’91 e alto 180 cm, dopo essere cresciuto a Pesaro ha esordito a Fossombrone in Serie B, poi a Firenze (Serie B) per poi essere protagonista a Crema nella scalata in Serie B (13 punti di media con 30’ in campo). Segue la stagione all’Angels Santarcangelo (Serie B, 11 punti media) e quella scorsa durante la quale ha guidato la corazzata Omnia Pavia alla conquista della Serie B arrivata solo dopo il ripescaggio a seguito della finale persa proprio contro Bernareggio. Nella stagione a Pavia ha fatto registrare score media a partita da vero leader chiudendo la stagione con 11 punti, 4,2 assist, 3 rimbalzi, 13 di valutazione per 29 minuti di giocati di media. Score che non sono bastati alla conferma in quanto la dirigenza pavese lo ha sostituito niente meno che con l’ex nazionale Di Bella.
Mattia sarà presente oggi al PalaRavasio per il primo allenamento per essere pronto al debutto proprio contro Bernareggio.

Leggi anche:  Disagi Trenord, la lettera dell’ex Vice Sindaco di Olginate

Mattia: “Non vedevo l’ora di tornare a giocare”

“Non vedevo l’ora di tornare a giocare dopo questi mesi di inattività – dice entusiasta Cardellini – credo che la scelta di Olginate sia quella giusta in quanto entro a far parte di in un gruppo che ha fatto bene lo scorso anno e che sta onorando la categoria con risultati importanti. Ritroverò Coach Alessandro Galli e Paolo Colnago con cui ho condiviso le gioie di Crema. Spero di ambientarmi il prima possibile e contribuire al raggiungimento dei risultati della società augurandomi di sopperire alla mancanza di Matteo Marinò a cui vanno i miei auguri di una pronta guarigione”.  Marinò verrà operato alla mano fratturata per rientrare in squadra quanto prima per il gran finale di stagione. Sabato 13 alle 21 al PalaRavasio di Olginate la sfida tra NPO Gordon e B99 Bernareggio.