La 6a edizione della Run Around Lakes-Maratonina d’Autunno si è svolta oggi, domenica 3 novembre, a Lecco, nonostante la pioggia, che non ha fermato gli atleti.

Run Around Lakes-Maratonina d’Autunno

La pioggia non ha impedito la realizzazione di un’autentica festa podistica targata Spartacus TriathlonLecco. Nuovi record raggiunti dalla categoria maschile e femminile.

La categoria maschile

Bellissima in campo maschile la sfida fra Hosea Kimeli Kisorio e Alfred Kimeli Ronoh. Il primo che ha voluto regalarsi una sonora vittoria per il 29° compleanno festeggiato solo due giorni prima: con 1h 07’50” Kisorio ha frantumato il precedente record della corsa di oltre un minuto e mezzo. Kimeli Ronoh, ha chiuso in 1h 09’54”,  mentre terzo è giunto Giuseppe Molteni (Atl.Desio) in 1h13’32”.

E’ chiaro che la pioggia, che non ha lasciato tregua ai concorrenti, ha influito sull’evoluzione tecnica della gara, lasciando intendere che i due campioni africani avrebbero potuto ottenere risultati cronometrici decisamente migliori sul percorso lecchese.

La categoria femminile

Record anche fra le donne grazie a Lenah Jerotich, che a Lecco aveva già vinto l’omologa mezza di marzo. La runner dell’Atl.2005 ha fatto fermare i cronometri sul tempo di 1h 16’39” chiudendo ampiamente nella Top 10 assoluta. Anche qui è stata doppietta kenyana, con Vivian Jerop Kemboi (Atl.Castello) seconda in 1h21’22”, terza Laura Nardo (Atl.Emi.Ma.) in 1h23’40”.

Leggi anche:  La Casatese protesta: "Insultati dai tifosi e ignorati dall'arbitro"

Un grazie ai volontari

C’è un altro risultato finale che spicca considerando le condizioni climatiche: gli oltre 50 volontari che hanno presidiato il percorso per tutta la durata dell’evento, ma anche il Comune di Lecco, alla Pallavolo Picco di Lecco e alle tantissime associazioni che hanno collaborato per rendere indimenticabile questa domenica di puro autunno, esattamente come nell’intestazione della maratonina.

Le condizioni climatiche

Le non favorevoli condizioni climatiche, oltre ad impegnare ancora di più gli organizzatori dell’evento, hanno spinto molti, soprattutto fra i runner locali, a rinunciare alla partenza. Tenendo conto di ciò, i 303 concorrenti giunti al traguardo, sono un risultato cospicuo.