Si svolgerà domani, domenica 23 settembre “La Grande Sfida”, staffetta fra cieli e terra programmata in Valsassina dal Panathlon Lecco in occasione della Settimana Europea dello Sport promossa dalla Commissione Europea e patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ufficio per lo Sport, oltre che dai comuni di Primaluna e Introbio.

Appuntamento d’eccezione con Panathlon Lecco

Quindici squadre di nove atleti ciascuna si confronteranno con la bici da corsa, la mountain bike, lo skiroll, la corsa campestre, la corsa in montagna, l’equitazione, il parapendio, il tiro a volo ed una corsa riservata agli “special olympics”. La composizione delle squadre sarà definita stasera alle 20.30quando  in piazza a Introbio, avverrà l’estrazione a sorte dei componenti, uno per ciascuna disciplina. La manifestazione si svolgerà alla Cascina Trote Blu di Cortabbio e prenderà il via domenica in tarda mattinata con l’organizzazione di alcuni eventi sportivi dedicati ad atleti “Special Olympics”.

“La Grande Sfida”

“La Grande Sfida” partirà alle 14 con la prima frazione (bici da strada) su un percorso che si snoderà tra l’abitato di Prato San Pietro e le Trote Blu. Il testimone passerà poi agli specialisti della MTB: per loro un circuito disegnato attorno alla sede dell’evento. Sarà poi la volta dello skiroll: gli atleti raggiungeranno la ciclabile e termineranno la loro fatica al ponte di Barcone da dove partiranno i corridori della campestre che torneranno alla Cascina per consegnare il testimone ai protagonisti della corsa in montagna: per loro salita sino alla località Taecc e ritorno. L’ultima frazione sarà appannaggio dei cavalieri, dopodiché l’organizzazione farà i conti con i cronometraggi e aggiungerà le penalizzazioni (tramutate in minuti) derivanti dalla gara di precisione dei parapendio (partenza da Giumello e arrivo a Taceno) e da quella di tiro a volo.

Leggi anche:  Stasera sfilata di campioni lecchesi con il Panathlon Club Lecco NOMI E FOTO

Special Olympics

Infine, spazio agli “Special Olympics” che assieme a tutta la squadra dovranno cercare di impegnare il minor tempo possibile coprendo una distanza di circa 200 metri, tenendo presente che la loro prestazione concorrerà alla definizione della classifica finale.
“La Grande Sfida – afferma il presidente del Panathlon Club Lecco Riccardo Benedetti – racchiude in sè tutti i valori del nostro sodalizio che, in definitiva, sono poi i valori altissimi ed irrinunciabili dello Sport. Fair-play, giovani e disabili costituiscono i punti cardinali dell’attività panathletica, e La Grande Sfida li rappresenta totalmente”.