#iostocongaburro: la decisione della Calcio Lecco di esonerare Marco Gaburro, ormai ex allenatore della Calcio Lecco che lo scorso anno ottenne l’incredibile promozione dalla Serie D alla Lega Pro, non è andata giù alla stragrande maggioranza dei tifosi blucelesti. E l’hashtag lanciato dall’associazione Blucelesti 1977 sta già diventando virale.

#iostocongaburro, l’ira dei tifosi blucelesti

L’esonero di Marco Gaburro, autore principale della cavalcata trionfale dello scorso anno culminata con il ritorno in Lega Pro della Calcio Lecco, è stato una doccia fredda per i tifosi blucelesti. Non tanto per l’esonero in sé, considerato che il ruolino di marcia del Lecco in questo avvio di stagione è stato abbastanza deludente (6 punti in classifica, 2 vittorie e 5 sconfitte seppur contro squadre blasonate), quanto per le modalità. Il presidente Paolo Di Nunno ha infatti sollevato Gaburro dal suo incarico nel pomeriggio di ieri, martedì, dopo che il tecnico veronese aveva guidato l’allenamento della mattina. Un esonero giunto per altro con una telefonata, nemmeno di persona. Grande è stata la mobilitazione del popolo bluceleste, che seppur deluso dai risultati e anche da alcune scelte compiute da Gaburro (un mercato deficitario e alcune formazioni sbagliate in queste prime partite), ha sempre creduto nelle competenze e capacità dell’allenatore, sostenendolo in ogni occasione. Sui social la contestazione nei confronti del presidente Di Nunno è pressoché totale: è l’hashtag #iostocongaburro lanciato dall’associazione Blucelesti 1977 (che si occupa della realizzazione del giornalino dello stadio) è già virale.

Leggi anche:  Tennis da tavolo: il Valmadrera in testa alla classifica provvisoria del Campionato FOTO

Mister e portiere in arrivo

Il nome del nuovo mister non è ancora ufficiale, ma è pressoché certo che nelle prossime ore firmerà Gaetano D’Agostino: palermitano, classe 1982, ha alle spalle una discreta carriera da calciatore professionista (gli esordi nella Roma, poi Bari, Messina, Siena, Udinese, ecc.) ma poche esperienze in panchina: Anzio, Virtus Francavilla e Alessandria. Con lui è in arrivo anche il nuovo portiere: si tratta di Daniele Cardelli, classe 1995, svincolato dal Pisa e con una discreta esperienza tra Latina, Casertana e Cuneo. Il giovane estremo difensore ieri era già in città ed è stato “intercettato” in centro da alcuni tifosi mentre si trovava in compagnia del compagno Claudio Maffei, con il quale ha condiviso le giovanili nel Pisa.