Arrampicare oltre i limiti del possibile, con la semplicità e la passione che lo hanno portato a diventare il primo italiano a salire una via di grado 9b+. Il climber Stefano Ghisolfi, 27 anni, è stato ospitsera della serata del ciclo “A tu per tu con i grandi dello sport” nel negozio DF Sport Specialist a Bevera di Sirtori.
Osare, credere, rinunciare, ascoltare, confrontarsi, divertirsi, combattere, creare qualcosa di nuovo. Ma soprattutto sognare. Ecco i 9 valori che Ghisolfi ha associato simbolicamente ai gradi dell’arrampicata che è riuscito a scalare e superare nella sua carriera. Valori imparati sulla roccia, cercando sempre di superare i propri limiti e imparando ad apprezzare ogni lezione, ogni rinuncia, ogni occasione di collaborazione e condivisione con compagni di cordata o alpinisti incontrati in parete.

Arrampicare oltre i limiti del possibile: grande serata a Sport Specialist

“Oltre alle difficoltà e ai gradi voglio mostrare al pubblico tutto ciò che sta dietro queste salite” ha detto Ghisolfi introducendo la sua presentazione, nella quale ha raccontato, con parole e immagini, le salite di 9a, 9a+ e 9b della sua carriera associando ad ogni esperienza una particolare lezione di vita.
“Sognare è il valore che fa da motore a tutte le mie azioni, tutte le mie scelte, tutte le mie salite – spiega Ghisolfi -. Ho iniziato a sognare quando ho iniziato a scalare, e scalando ho imparato a realizzare i miei sogni, come la via Perfecto Mundo: fino a poco tempo fa era soltanto un sogno e oggi l’ho realizzato”.

Leggi anche:  Domenica si corre il Piccolo Giro di Lombardia PROGRAMMA E STRADE CHIUSE

Grande successo

Simpatia, calma estrema e determinazione traspaiono dal suo tono di voce oltre che dalle immagini delle sue salite, e conquistano il folto pubblico presente in sala. La combinazione di queste caratteristiche lo ha portato ad essere un fuoriclasse conosciuto in tutto il mondo, ma gli ha permesso di restare allo stesso tempo un ragazzo umile e curioso, con una costante voglia di migliorarsi.

Presente anche Stefano Carnati

La serata, organizzata in collaborazione con Camp e presentata da Carlo Caccia, ha avuto come ospite anche il giovane Stefano Carnati, testimonial DF Sport Specialist ed emergente talento dell’arrampicata, membro dei Ragni di Lecco.
“Stasera abbiamo visto cose straordinarie – ha detto Sergio Longoni – salite che lasciano senza fiato. Sono contento di vedere molti giovani e ragazzi in sala, in particolare dei Ragni di Lecco: si stanno dedicando a uno sport bellissimo e complesso, ma che potrà dargli tante soddisfazioni. Siamo onorati di aver ospitato Stefano Ghisolfi e Stefano Carnati”.

Omaggio al Butch

All’inizio della serata il team DF Sport Specialist ha voluto ricordare, con un video che ha suscitato un lungo applauso e qualche lacrima, l’alpinista lecchese Marco Anghileri, scomparso il 14 marzo di cinque anni fa sul Monte Bianco.