Giovani Democratici della Provincia di Lecco contro le zone rosse per i Centi di Accoglienza a Calolzio: “Condanniamo categoricamente un gesto inaccettabile”.

Giovani Democratici: “E’ la narrazione leghista”

“Vergognosa la delibera del Comune di Calolziocorte”. E’ chiara la posizione dei Giovani Democratici della Provincia di Lecco, i quali affermano che, con questa ordinanza, i centri di accoglienza diventano un pericolo che deve essere allontanato dai luoghi a detta loro “sensibili”. Le dichiarazioni continuano su questa linea dichiarando che “È la magnifica narrazione leghista, che vuole nascondere i poveri perché non rispettano il decoro urbano e che, incapace di risolvere i problemi della quotidianità, si scaglia contro chi è accolto nel nostro Paese”.

“La Lega attacca i deboli”

“Tante fabbriche nella nostra provincia delocalizzano e centinaia di lavoratori hanno perso il lavoro a causa di licenziamenti e chiusure ma, ancora una volta, la Lega attacca i deboli. Siamo ancora in attesa di una misura per “aiutarli a casa loro” da coloro i quali fanno campagna elettorale sulla pelle dei cittadini. Diciamo che chi dovrebbe essere allontanato sono gli pseudonazionalisti che, ogni giorno, mettono a rischio con il loro governo un Paese intero”.

Leggi anche:  Leuci: immobile all'asta, ma i cartelli vengono fatti rimuovere subito dopo

Non si arrendono, “Organizzeremo un momento per manifestare”

“Vorremmo un Paese che lotta contro la povertà, che garantisca mezzi adeguati ai pendolari, che crei e sostenga un lavoro stabile, che dia risposte al problema della casa per i giovani, che finanzi i luoghi del sapere, dagli asili alle università… e tutto quello che ci viene risposto è l’attacco all’immigrato”, i Giovani Democratici non si arrestano. “Organizzeremo con tutte le forze che si riconoscono nella solidarietà e nel rispetto delle persone un momento per manifestare contro questa indegna iniziativa della giunta leghista calolziese”.