Valvarrone al voto anche per la fusione dei comuni.

Valvarrone referendum per la fusione

Valvarrone al voto domenica anche per un altro referendum. Quello relativo alla fusione tra i comuni di Tremenico, Introzzo e Vestreno. La consultazione riguarderà tre paesi che contano in tutto 582 abitanti. E avverrà con voto elettronico, proprio come quella sull’autonomia regionale.

Solo 3 comuni su 4

Sarà un passaggio cruciale per i paesi della valle. Da questo passaggio però è rimasto fuori il comune di Sueglio, il quarto che compone l’Unione dei comuni della Valvarrone (attiva dal 1996). La decisione di Sueglio è stata presa in consiglio comunale nel 2016, costringendo così gli altri tre comuni a indire un referendum solo per tre e non per quattro comuni.

Operazioni di voto

Come spiega il sottosegretario regionale Daniele Nava, le operazioni di voto per la Valvarrone sono identiche a quelle per l’autonomia regionale: «Anziché la scheda cartacea dovranno esprimere il proprio voto, “Si” o “No” sul tablet che troveranno nella cabina elettorale. La Valvarrone è una zona montana molto bella, con poca popolazione. E’ assodato che le fusioni non sono la panacea di tutti i mali ma se fatte bene, negli anni successivi portano giovamento. La volontà degli amministratori è quella di aggregare le forze, non sempre, anche per questioni di campanili, avviene che le fusioni passino, vedremo cosa succederà in Valvarrone».