Ci sarà anche Ministro dell’Economia e delle Finanze Giovanni Tria, al centro in questo giorni di una querelle con il ministro del Lavoro Luigi di Maio suo fondi da destinare al reddito di Cittadinanza (“Nessuno ha chiesto le dimissioni di Tria, ma voglio che il ministro dell’Economia di un governo del cambiamento trovi i soldi per gli italiani che momentaneamente sono in grande difficoltà” ha detto il numero uno dei Cinque Stelle), alla seconda giornata del Convegno Studi amministrativi in programma a Varenna.

Tria, il Ministro “contestato” oggi a Varenna

Il convegno si è aperto ieri a Villa Monastero  Oltre 250 i partecipanti, ospitati nelle diverse sale della Villa allestite per l’occasione. I lavori sono stati aperti dai saluti delle autorità: il Presidente della Provincia di Lecco Flavio Polano, il Sindaco del Comune di Varenna Mauro Manzoni, il Prefetto di Lecco Liliana Baccari, il Sottosegretario alla Presidenza di Regione Lombardia Fabrizio Turba in rappresentanza del Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana.

 

L’intervento odierno del ministro Tria è previsto alle 14.30

 

Il programma dei lavori mattutini

Alle 9.30 a interverrà il Sottosegretario di Stato per la Pubblica Amministrazione Mattia Fantinati. Subito dopo si aprirà la seconda sessione Efficienza dell’amministrazione e sviluppo economico, presieduta dal Primo Presidente della Corte di cassazione Giovanni Mammone, con gli interventi di:

  • Claudio De Vincenti, già Ministro della Repubblica, Professore di Economia politica Università degli Studi di Roma La Sapienza: Interesse pubblico e partenariato pubblico-privato
  • Luisa Torchia, Professore di Diritto amministrativo Università degli Studi di Roma Tre: Trasparenza ed efficienza della pubblica amministrazione e qualità dei servizi pubblici
  • Bernardo Giorgio Mattarella, Professore di Diritto amministrativo Università LUISS Guido Carli di Roma: La semplificazione amministrativa come strumento di sviluppo economico
  • Guido Rivosecchi, Professore di Diritto costituzionale Università LUMSA di Palermo: Il bilancio come strumento di governo delle politiche pubbliche tra Stato e Regioni

I lavori nel pomeriggio

A seguire la terza sessione Diritti sociali e disponibilità finanziarie, presieduta Alessandro Pajno, già Presidente del Consiglio di Stato, con gli interventi di:

  • Elio Borgonovi, Professore di Economia delle aziende e delle amministrazioni pubbliche Università Bocconi di Milano: Tutela della salute: sistemi regionali, sostenibilità finanziaria, equità delle prestazioni
  • Luciano Vandelli, Professore di Ordinamento degli enti locali SPISA – Università degli Studi di Bologna: Territorio e differenziazione: prospettive di attuazione dell’articolo 116, u.c., della Costituzione
  • Tiziano Treu, già Ministro della Repubblica, Presidente del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro: Protezione sociale ed equilibrio intergenerazionale
  • Daniele Franco, Ragioniere generale dello Stato: Il debito pubblico: teoria, storia, politica economica

Gli ospiti di domani

Domani, sabato, L’assessore regionale agli Enti Locali, Montagna e Piccoli Comuni Massimo Sertori parteciperà al convegno. Interverranno in mattinata, tra gli altri, Giancarlo Giorgetti, sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, e Ignazio Visco, governatore Banca d’Italia.

Leggi anche:  Visita guidata e concerto di primavera a Villa Monastero

Il convegno

Il 64° Convegno di Studi Amministrativi è organizzato dalla Provincia di Lecco e dalla Corte dei conti, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con il contributo e il patrocinio di Regione Lombardia, dell’Unione delle Province Italiane e Lombarde, della Comunità Montana Valsassina, della Camera di Commercio di Lecco, della Fondazione Comunitaria del Lecchese, di UniverLecco e di Confservizi Cispel Lombardia.

Il Comitato scientifico e di coordinamento del Convegno è composto dai Presidenti di Sezione della Corte dei conti Luciano CalamaroCarlo Chiappinelli, Gaetano D’AuriaTommaso MieleMauro Orefice e Simonetta Rosa.

La progettazione e la direzione organizzativa sono curate, anche per quest’edizione 2018, daAmedeo Bianchi, già Segretario Generale e Direttore Generale della Provincia di Lecco, dal settembre 2017 Consigliere della Corte dei conti.