“Quella che i pendolari stanno vivendo in questi giorni è una Via Crucis senza precedenti, ma ahinoi, immaginabile ed annunciata. È la conseguenza di anni di disinteresse e di gestione dilettantistica del servizio ferroviario in Lombardia. Manutenzioni straordinarie inesistenti, manutenzioni ordinarie realizzate con la sostituzione di pezzi di treno in disuso”.  Una bocciatura senza se e senza ma quella che Antonio Gilardi, Responsabile Trasporti e Infrastrutture PD Provincia di Lecco ( e pendolare) fa del servizio dei trasporto su ferro lombardo. Il calvario vissuto dai viaggiatori è sotto gli occhi di tutti.

LEGGI ANCHE 

Quei treni che sudano ritardi olimpici L’EDITORIALE

Treni: anche oggi raffica di cancellazioni e niente aria condizionata LA SITUAZIONE DELLE LINEE LECCHESI

Treni, Antonio Gilardi (PD): “Via Crucis senza precedenti, la Regione si assuma le sue responsabilità”

“Ma questo è solo il problema superficiale, il nocciolo della questione è la mancanza di una programmazione e di una visione negli ultimi vent’anni.  Per farla semplice è come se in una famiglia numerosa ci fossero 5 autovetture comprate nello stesso anno, è logico che dopo vent’anni, se non è stato fatto un piano di sostituzione, ci si trovi con le 5 stesse macchine ormai alla frutta e non avendo i soldi per la loro sostituzione si tamponi con continui passaggi dal meccanico. Ergo, soldi buttati per continuare ad avere guasti quotidiani. Per rispetto dei pendolari la Regione e l’Assessore Terzi prendano una volta per tutte atto della loro inadeguatezza ed incapacità e non si celino dietro ad imbarazzanti scuse quali il caldo o il freddo eccessivo, o scarichino la colpa su altri, visto che è oltre vent’anni che gli stessi colori governano la Regione”.

 

Leggi anche:  Passa con il rosso e blocca il passaggio a livello: denunciata

LEGGI ANCHE 

Caldo infernale, guasti e cancellazioni: giornata da incubo sui treni

Condizionatori d’aria troppo vecchi per questo caldo eccezionale: Trenord cancella i treni