Raffaele Straniero smentisce le voci che lo voglio in procinto di lasciare il gruppo del Pd in consiglio regionale per passare a quello di Alternativa Popolare.

La smentita di Straniero

“In relazione alla notizia  diffusa secondo cui mi starei apprestando a lasciare il gruppo del Partito Democratico della Lombardia in Consiglio Regionale, ci tengo a precisare che la stessa è destituita di ogni fondamento” ha fatto sapere il consigliere oggionese.  “Ho partecipato convintamente alla nascita del Pd, sono nel Pd e rimango nel Pd!” scrive nell’intervento postato sulla pagina Facebook di www.giornaledilecco.it.

“Ho lavorato molto bene in questi anni con i colleghi del gruppo consiliare e non c’è alcun motivo per entrare a far parte di un altro gruppo – continua Straniero –  Immagino la notizia si sia diffusa a partire da un’opzione che si sta verificando in questi giorni, dopo la bocciatura della nostra proposta di dimezzare il numero delle firme necessarie per presentare una lista per le elezioni regionali: quella di favorire la nascita di nuovi gruppi in Consiglio che possano così evitare la raccolta di firme e, strutturandosi come liste autonome, possano contribuire al progetto della candidatura di Giorgio Gori alla Presidenza della Regione. Su questa ipotesi si sta valutando di chiedere la disponibilità a colleghi consiglieri del PD che non si ricandideranno.

Leggi anche:  Teleriscaldamento a Lecco: martedì se ne discute in Regione

Non lascia ma si ricandida

“Io, invece – conclude il consigliere –  ho dato la mia disponibilità alla Direzione Provinciale per una ricandidatura. Dunque l’ipotesi, per quanto mi riguarda, semplicemente non esiste! Del resto, chi mi conosce ha subito manifestato il suo stupore di fronte ad una notizia del genere”.