Ovazioni, urla e applausi scroscianti. Pontida ha abbracciato il “suo Capitano”  e lui ha scelto lo storico palco della cittadina simbolo della Lega per fare una promessa a tutta l’Italia. “Genova non resterà una strage impunita”. Matteo Salvini, Ministro dell’Interno e leader del Carroccio questa sera è stato l’ospite d’onore (acclamato alla stregua di un divo dal suo popolo verde, anche se dal pubblico si è alzata forte anche la voce di una contestatrice) della Festa della Lega. Ieri sullo stesso palco il suo “predecessore” Umberto Bossi insieme alla senatrice lecchese Antonella Faggi.  Tanti i temi toccati nel suo discorso iniziato, e non poteva essere altrimenti, con l’agghiacciante tragedia del ponte Morandi.

LEGGI ANCHE

Ponti osservati speciali: il sindaco di Cisano scrive una lettera al Governo

Il cavalcavia di Isella (già chiuso) nella mappa italiana dei ponti a rischio. LE FOTO DEI PONTI CHE FANNO PAURA IN LOMBARDIA

Salvini e la tragedia genovese

Salvini ha scelto di indossare una maglia con il nome, in dialetto, della città martoriata dal crollo del ponte autostradale. Un crollo che è costato la vita almeno a 38 persone. E il bilancio è ancora amaramente  provvisorio. “Non si può morire così. E vi prometto che andremo fino in fondo. Perchè chi ha guadagnato miliardi di euro ora deve pagare fino all’ultimo. In Italia siamo abituati a stragi impunite. Stavolta non sarà così”.

Leggi anche:  Tour del Mistero, tra miti e leggende

L’incontro con i superstiti

“Stamattina ho incontrato all’ospedale San Martino di Genova un ragazzo, Gianluca, di 29 anni che l’altro giorno stava lavorando.  Questo ragazzo tra un mese diventerà papà. E’ caduto dal ponte e dopo 4 ore è stato salvato da un angelo vestito da Vigile del Fuoco. Noi rispondiamo coi fatti: ho disposto quindi di stanziare le risorse per l’assunzione di 1500 pompieri e 1500 poliziotti”.

La solidarietà

Qunidi l’appello della solidarietà concreta che è stato raccolto, in primis, dai promotori della Festa del Carroccio. Parte del ricavato verrà infatti destinato alla Città di Genova. “Per troppo tempo politica e governi han approfittato della solidarietà e del  volontariato degli italiani quando accadevano le tragedie. Genova non è una città in ginocchio ma ha bisogno di noi. Andate a visitarla perché è bellissima”.Infine un auspicio. “Spero che il campionato di calcio si interrompa in occasione dei funerali di Stato di sabato”.