E’ Gianpaolo Torchio il candidato sindaco di Paderno d’Adda. E’ su di lui, che ricopre il ruolo di capogruppo di maggioranza, che la lista “Vivere la piazza” ha deciso di puntare per le amministrative del 26 maggio. La candidatura di Torchio conferma dunque le voci che vedevano un Renzo Rotta desideroso di compiere un passo indietro, senza quindi cercare un secondo mandato consecutivo.

Gianpaolo Torchio candidato sindaco

Gianpaolo Torchio, 46 anni, vive a Paderno d’Adda da più di 10 ed è originario di Merate, dove ventenne aveva già avuto una esperienza di Consigliere Comunale per una legislatura. Laureato in Scienze politiche e master in Sociologia, attualmente lavora per la Provincia di Monza e della Brianza, dove è responsabile per i servizi al lavoro alle persone con disabilità. A Paderno d’Adda, oltre all’impegno di consigliere comunale, è volontario in iniziative del Comune e di associazioni. “In questi anni di amministrazione, con la guida del sindaco Renzo Rotta, abbiamo lavorato per coniugare i progetti per migliorare Paderno d’Adda e i difficili equilibri di bilancio, senza aumentare la pressione fiscale. Abbiamo investito sul territorio con attenzione all’ambiente e alla cultura. Abbiamo altresì mantenuto e allargato i servizi ai cittadini, con particolare riguardo verso le fasce deboli” ha dichiarato Torchio.

Il passo indietro di Rotta

L’attuale sindaco Renzo Rotta ha dunque scelto di non candidarsi per il secondo mandato, ma ha confermato la disponibilità a continuare il suo impegno, candidandosi come consigliere comunale. Continuerà dunque a seguire alcuni temi su cui è impegnato, come ad esempio la ristrutturazione e riapertura del Ponte San Michele e la programmazione urbanistica. “Si è partiti da una decina di incontri molto partecipati, tra amministratori in carica e padernesi interessati, per costruire insieme le proposte che verranno presentate ai cittadini alle elezioni comunali di maggio, nonché per individuare la squadra che prosegua l’esperienza di Vivere la Piazza. Il programma è stato affinato anche facendo tesoro dei suggerimenti dei concittadini raccolti con un questionario, distribuito in un paio di banchetti al mercato e nella piazza del paese. Definita insieme la proposta, si stanno individuando le persone che si candideranno per il Consiglio Comunale e si è arrivati a individuare il prossimo candidato sindaco” si legge nella nota diffusa pochi minuti fa dal gruppo di maggioranza,  che attende ora una mossa dal centro-destra. In caso contrario, alle urne del 26 maggio, ci sarà soltanto una lista.

Leggi anche:  Stakanovisti o introvabili: ecco quanto lavorano i nostri parlamentari