“Le risorse per le nuove assunzioni non bastano a sanare la grave carenza di personale sanitario”. Ad affermarlo è Raffaele Straniero, consigliere regionale del Pd, dopo l’intervento sul tema da parte dell’assessore al Welfare Giulio Gallera.

Raffaele Straniero lancia l’allarme posti-letto per il periodo estivo

“Il Governo nazionale ha sbloccato la possibilità di assumere personale, ma la Regione ha a disposizione solo 15 milioni di euro, mentre, per ammissione dello stesso assessore, per rimediare ai problemi delle aziende sanitarie, ne servirebbero 41. Questo significa che si potranno solo tamponare le emergenze, ma non si risolverà certo la cronica carenza di medici e di infermieri che sta mettendo in ginocchio interi reparti ospedalieri. In questo quadro, l’auspicio è che almeno le ridotte risorse siano distribuite equamente tra tutte le strutture che ne hanno da tempo fatto richiesta”.

Una  interrogazione sulla situazione dell’Asst Lecco

L’unica nota positiva, per Straniero, è lo stanziamento di 10 milioni di euro che finanzierà 85 borse di studio per i medici specializzandi, aggiuntive rispetto a quelle nazionali, come era stato chiesto dal Pd con un ordine del giorno al bilancio di dicembre.
“Le segnalazioni delle difficoltà di funzionamento dei reparti ci stanno provenendo dai territori di tutta l’Asst di Lecco – fa sapere il consigliere Pd –. Stiamo assistendo a una riduzione di posti letto nel periodo estivo maggiore che negli anni scorsi. Questa situazione, che è già preoccupante a livello regionale, si riverbera sulle possibili conseguenze per il futuro del presidio Mandic di Merate, dove già era stata ventilata la chiusura del Pronto soccorso notturno, smentita dal direttore generale. Ma il timore tra cittadini e pazienti rimane. A riguardo, per avere maggiori delucidazioni, sto predisponendo un’interrogazione proprio all’assessore”.

Leggi anche:  Anci, Piazza (FI): “Complimenti a Matteo Redaelli per la nomina nel direttivo regionale”

Non solo sanità:  si pensa anche ai collegamenti tra Milano e la Valtellina

2Riqualifichiamo i collegamenti tra Milano e la Valtellina” è il titolo del convegno, organizzato dal Gruppo regionale del Pd, a Lecco, sul tema dei collegamenti, anche in vista delle Olimpiadi 2026. “Il convegno fa parte di un percorso che il Pd sta riservando al tema – spiega Raffaele Stranier–. A dicembre il consiglio regionale ha approvato un nostro ordine del giorno con il quale si impegnava la Giunta a istituire un tavolo di lavoro con Anas ed enti territoriali per programmare gli interventi più urgenti per la sicurezza della Ss36 e individuare quelli necessari per una sua riqualificazione. Ora, in occasione dell’assestamento di bilancio, il Gruppo presenterà un emendamento per finanziare gli studi per la progettazione preliminare della riqualificazione della statale e un ordine del giorno per individuare gli interventi necessari a livello viario e ferroviario e prepararsi adeguatamente in vista delle Olimpiadi 2026. A settembre, poi, verranno organizzati altri due incontri fra Milano e la Valtellina”