“Con l’incontro che abbiamo avuto ieri con il presidente Claudio Usuelli riteniamo positivamente conclusa la crisi aperta irresponsabilmente dalla Lega in Provincia”. Questo l’incipit del comunicato diramato questo pomeriggio dal  Pd Lecco e di Provincia Insieme (gruppo di riferimento del centrosinistra in consiglio provinciale) riguardo alla polemica che agita Villa Locatelli a seguito della elezione di Francesca Rota alla presidenza del Parco Adda Nord. Con una interpretazione ben diversa del decreto con il quale ieri usuelli ha di fatto revocato al consigliere Bruno Crippa la delega ai Parchi. “Non si è certo trattato di una punizione di Crippa o del Pd come qualcuno va dicendo” commenta  a latere Marinella Maldini, segretario provinciale del Pd Lecco.

L’incontro tra Usuelli e il Pd

Ma veniamo al comunicato con il quale il centrosinistra dà senz’altro al Carroccio la colpa del baillamme che ha messo a dura prova il Patto di Governo della Casa dei Comuni.

“Con l’incontro che abbiamo avuto ieri (martedì, ndr) con il presidente Usuelli riteniamo positivamente conclusa la crisi aperta irresponsabilmente dalla Lega in Provincia” dichiarano Marinella Maldini e Giuseppe Scaccabarozzi, capogruppo di Provincia Insieme. In realtà il rendez-vous cui si fa riferimento sarebbe il secondo nell’arco di cinque giorni a quanto pare convulsi: i due rappresentanti del centrosinistra avevano già incontrato Usuelli venerdì scorso, in coda ad una giornata di consultazioni tra lo stesso presidente e le forze di centrodestra (Lega e Forza Italia) che un anno fa avevano trovato convergenza politica all’insegna della governabilità della provincia lecchese. Era rimasta fuori dal patto solo la Sinistra, con dichiarato dissenso allo “inciucio”.

La giornata di venerdì

Quello che è accaduto lo stesso venerdì è noto: i consiglieri provinciali leghisti Stefano Simonetti e Elena Zambetti hanno rimesso le loro deleghe a Usuelli, gridando al “tradimento” di Crippa per aver fatto eleggere la dem Francesca Rota, di testa sua anziché declinare l’astensione con la quale la Provincia di Lecco intendeva mantenersi neutrale. Il segretario provinciale del Carroccio Stefano Parolari ha messo il cosiddetto carico da undici, accusando il Pd di essere reso responsabile di “un fatto politico grave che segna la rottura per volontà del PD del patto di Governo dell’Ente”.

La posizione di Autonomia e libertà

A ruota seguiva il comunicato di Mattia Micheli, capogruppo di Autonomia e Libertà che conta quattro consiglieri in Provincia) ed è l’altra anima del centrodestra avvinto nel Patto. “Abbiamo espresso, già durante la capigruppo convocata dal Presidente Usuelli, il nostro disappunto per come il consigliere delegato Crippa abbia fatto uso della fiducia datagli dal presidente per esprimere un voto di parte e non condiviso dalla totalità delle forze che sostengono Usuelli. La nostra lista a forte trazione civica condanna chi fa un uso improprio delle deleghe assegnatogli dal presidente Usuelli per scopi personali o di partito”.

Leggi anche:  Elezioni Lecco 2020, dopo l'addio al Pd Appello "svela i punti del proprio programma

La narrazione diversa del PD

Ora, la narrazione del Pd è ben differente. “In questi giorni abbiamo preferito non intervenire pubblicamente per non caricare ulteriormente una situazione già tesa. Situazione che si è risolta positivamente solo grazie al paziente lavoro di tessitura del Presidente Usuelli e al grande senso di responsabilità dei Consiglieri del gruppo Provincia Insieme” dichiarano Maldini e Scaccabarozzi.

Crippa allineato con Usuelli

“Contrariamente a quanto emerso dalle ricostruzioni di questi giorni e dalle dichiarazioni di alcuni esponenti politici, la decisione di sostenere la candidatura a Presidente del Parco Adda Nord di Francesca Rota è stata valutata positivamente dal Vicepresidente Bruno Crippa che, in seguito, si è allineato con il Presidente Usuelli al fine di mantenere una logica territoriale nel voto in Assemblea. Per questo abbiamo ritenuto pretestuose le polemiche emerse e abbiamo lavorato, come è nostra abitudine fare, per risolvere i problemi costruendo insieme all’altra forza politica di maggioranza e al Presidente un percorso di messa in sicurezza dell’Ente”. In soldoni, si dice che Provincia Insieme e Autonomia e Libertà  si sono trovate d’accordo a proseguire, insieme ad Usuelli, il governo della Provincia. Senza la Lega. Lo “strappo” sarebbe insomma servito per “buttar fuori” un partner scomodo?

Riorganizzazione delle deleghe

Ancora, si dà una lettura decisamente non tranchant della “revoca” della delega a Crippa.  “Abbiamo apprezzato – concludono infatti la segretaria Maldini e il capogruppo Scaccabarozzi – la disponibilità del Presidente Usuelli a valutare a breve una riorganizzazione generale delle deleghe al fine di rendere più efficiente ed efficace il lavoro di tutto il Consiglio”. Non si sarebbe dunque trattato di revoca ma di una convenuta “riorganizzazione generale”. E per il Pd non è un eufemismo: il decreto del presidente in effetti parla di “valutata necessità a tenere in capo al sottoscritto la delega relativa ai Rapporti con gli enti parco inseriti anch’essi in un ambito di coordinamento degli enti sovraccomunali”. Altro fatto. Usuelli ha mantenuto a sé anche le deleghe di Simonetti e Zambetti, rispettivamente ad “Ambiente – Rapporti con Autorità di bacino” e a “Protezione civile – Rapporti con la Comunità di Lavoro Regio Insubrica”.

Solidarietà a Crippa per gli inqualificabili attacchi

“Ribadiamo, infine, il nostro totale apprezzamento e fiducia nel lavoro, al servizio di amministratori e cittadini, che stanno svolgendo i Consiglieri provinciali del gruppo Provincia Insieme e il vicepresidente Bruno Crippa, a cui va la nostra totale solidarietà per gli inqualificabili attacchi ricevuti in questi giorni”.

Leggi anche:

L’avvocato Rota Nuova presidente del Parco Adda Nord

Nomine Parco Adda Nord, Ghezzi: “Atto di arroganza politica”

Provincia di Lecco: consiglieri della Lega restituiscono le deleghe

Polemica Parco Adda, Micheli: “La Provincia non è un giocattolo nelle mani dei partiti”

Provincia di Lecco: Usuelli revoca a Crippa la delega ai Parchi