Commissario sì, commissario no (come aveva recentemente dichiarato la deputata dem Carnevali): è arrivato il momento della svolta, si spera decisiva, per il Ponte di Paderno.

Il ministro Toninelli “incorona” Gentile

“Sono molto contento di annunciare che, come promesso, abbiamo inserito nel decreto Genova, con un emendamento approvato dalle commissioni Ambiente e Trasporti della Camera dei Deputati, una norma che conferisce all’amministratore delegato di Rfi i poteri commissariali per interventi di manutenzione straordinaria del ponte ferroviario e stradale San Michele sull’Adda, a Paderno d’Adda, in provincia di Lecco”.

Lo riferisce in una nota il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli.

“Il compito dell’ad Maurizio Gentile – sottolinea il Ministro – sarà quello di garantire al più presto la riapertura al traffico, prima pedonale e poi anche viario e ferroviario, del ponte San Michele, garantendo i più alti livelli di sicurezza sull’infrastruttura”.

“La nomina di un commissario ad hoc era un mio preciso impegno – aggiunge Toninelli – preso di fronte ai rappresentanti degli enti locali a inizio mese, e ora si è tramutato in realtà. Continuerò a monitorare l’importante lavoro di messa in sicurezza dell’infrastruttura da parte di Rfi e a sollecitare, se necessario, agli enti locali a prevedere interventi di manutenzione su strade alternative che, fino alla conclusione dei lavori sul San Michele, allevino il più possibile i disagi per chi si sposta nella zona di Paderno sull’Adda”.

Ponte di Paderno, le novità arrivano da Roma

“Questa notte nelle Commissioni Trasporti e Ambiente della Camera dei Deputati, riunite in seduta congiunta per l’esame del Decreto Genova, è stato approvato l’emendamento proposto dai parlamentari lecchesi e bergamaschi della Lega, che con la previsione di nomina di un commissario ha lo scopo di velocizzare il più possibile i tempi dei lavori di consolidamento e manutenzione straordinaria sul ponte di Paderno d’Adda ormai chiuso dallo scorso 15 settembre”. A comunicarlo, in giornata era stato il senatore leghista ed ex sindaco di Calolzio Paolo Arrigoni, Questore del Senato.

LEGGI ANCHE 

Leggi anche:  De Capitani sulla Comunità Montana Lario Orientale e Valle San Martino: "Negli ultimi anni peggior governo mai visto"

Ponte di Paderno chiuso, ma la gente scavalca e passa lo stesso IL VIDEO

Ponte di Paderno: si valuta l’idea di un ponte provvisorio per le auto

L’impegno dei parlamentari del territorio

Arrigoni, come gli altri parlamentari della Lega del territorio, Antonella Faggi, Giulio Centemero, Roberto Ferrari, Roberto Calderoli, Daisy Pirovano, Tony Iwobi, Simona Pergreffi, Daniele Belotti, Rebecca Frassini, Cristian Invernizzi e Alberto Ribolla, aveva seguito passo per passo l’emendamento fin dall’inizio dell’emergenza scaturita dalla necessaria chiusura del ponte San Michele.

 Perché la proposta diventi legge e dunque i poteri commissariali diventino immediatamente efficaci – lo ricordiamo anche al Ministro Toninelli prima di una sua nuova diretta sui social – bisognerà ora attendere la votazione che fra pochi giorni avverrà nell’aula di Montecitorio e il successivo passaggio al Senato per la definitiva conversione in legge del Decreto che necessariamente dovrà avvenire entro il 27 novembre.Il buon esito dell’emendamento che consentirà a RFI di dimezzare la durata degli iter autorizzativi dei progetti è però ormai certo” conclude il senatore lecchese.

 

(LEGGI TUTTA LA CRONISTORIA DALLA SERA DELLO STOP)