Un importante segnale nella vicenda della chiusura del ponte di Paderno giunge da Regione Lombardia. La Giunta ha approvato oggi, su proposta degli assessori allo Sviluppo Economico Alessandro Mattinzoli e alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi, uno stanziamento di 122 mila euro per applicare lo sgravio sulla Tari per il 2018 alle medie e piccole imprese commerciali e artigiane. Un provvedimento che riguarda il comune di Montirone (Brescia) che sta subendo gravi limitazioni dell’attività a causa della chiusura del ponte sulla strada provinciale SP24 e della sua successiva demolizione e i comuni di Paderno d’Adda e di Calusco d’Adda per l’interruzione della viabilità stradale e ferroviaria del ponte di San Michele sull’Adda.

LEGGI ANCHE  Ponte di Paderno: Maurizio Gentile nuovo Commissario CHI E’

Ponte di Paderno chiuso, giù la Tari alle Pmi

Per il comune di Paderno D’Adda sono stati stanziati 22mila euro, mentre per quello di di Calusco D’ Adda 60mila. “Una misura realizzata in tempi rapidi – ha spiegato l’assessore allo Sviluppo Economico, Alessandro Mattinzoli – per migliorare le condizioni delle Micro e Piccole – Medie Imprese commerciali e artigianali in difficoltà in seguito alla chiusura di infrastrutture strategiche. Un pronto intervento concreto fatto insieme ai Comuni che hanno dato la propria disponibilità e precisamente un totale di 61 mila euro”.

LEGGI ANCHE  Ponte di Paderno, ecco come è andata la sera del 14 settembre IL VIDEO

Soddisfazione dall’assessore Terzi

“L’azione della Regione Lombardia a sostegno dei territori interessati è concreta – ha spiegato l’assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti, Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi -. Si tratta di un provvedimento che può portare conforto alle attività commerciali, artigianali e industriali che attualmente scontano gravi disagi: è un primo passo nella direzione giusta, che si unisce alle misure alternative messe in campo per alleviare le criticità, e mi riferisco in particolare all’emergenza del ponte San Michele. Come Regione continueremo a fare di tutto affinchè la situazione possa tornare alla normalità il prima possibile: bene ha fatto il ministro ai Trasporti a nominare un commissario ad hoc per il ponte sull’Adda accogliendo la nostra richiesta”.

Leggi anche:  I nuovi treni per i pendolari lombardi? Sono stati mandati a Genova...

Mauro Piazza

“La straordinarietà della situazione che sta interessando le imprese  del comune di Paderno d’Adda ha reso necessario prevedere interventi pubblici finalizzati alla mitigazione dell’impatto socio economico, in particolare sulle attività commerciali e artigiane, causato dalla chiusura del ponte sulla strada provinciale SP24” spiega il Consigliere. Regione Lombardia ancora una volta dimostra di essere in stretto contatto con le istanze provenienti dal territorio, questo è un primo passo per cercare di sostenere le imprese che hanno subito e stanno subendo dei gravissimi disagi” conclude Piazza.