Pgt Colico annullato: Legambiente Lario Orientale esulta per la decisione presa  dai giudici del tribunale amministrativo.

Terremoto per il Pgt Colico annullato

“Il Tar della Lombardia ha annullato il Piano di Governo del territorio approvato dal Comune di Colico cinque anni  fa perché sovradimensionato rispetto alle esigenze del paese” spiega Costanza Panella. “Abbiamo appoggiato il ricorso al Tar presentato dalle Associazioni e, solo per un disguido, non siamo stati tra i firmatari”.

La battaglia contro la cementificazione

“E’ una buona notizia che ci ripaga del tanto lavoro svolto in questi anni per seguire le procedure di valutazione ambientale strategica dei PGT dei Comuni della sponda orientale del Lario con la nostra presenza alle conferenze e la presentazione delle osservazioni” sottolinea la responsabile in una nota ufficiale. “Una dura battaglia contro la cementificazione delle nostre sponde e per la difesa del paesaggio lariano. Un impegno concreto con numerose iniziative pubbliche per superare la mentalità che vede nel suolo libero solo il valore dell’edificazione anche quando non v’è la necessità dell’abitare, e per promuovere nella cittadinanza la coscienza del suolo come risorsa non rinnovabile dalle molteplici funzioni, prime fra tutte la produzione di cibo e la filtrazione dell’acqua”.

Leggi anche:  Da Regione Lombardia quasi 200mila euro per la pista di atletica

Colico, reginetta del cemento

“Colico era stata incoronata “Reginetta del cemento” nel 2010 da Goletta dei laghi, la campagna di monitoraggio delle acque lacustri di Legambiente: con un aumento non proporzionale della popolazione dal 1999 al 2007, aveva aumentato l’edificato del 33%, di 313 ettari” aggiunge Panella. “Proprio considerando l’avvenuta copertura dei conoidi, nel 2012 dichiaravamo che la proposta di nuovo piano, prevedendo la possibilità di edificare su altri 35 ettari era decisamente fuori misura, anche perché questi andavano a sommarsi ai sette ettari di ampliamento del polo produttivo previsti dalla variante del Prg del 2011. Oltre la quantità, le osservazioni di Legambiente riguardavano le scelte degli ambiti da trasformare dentro l’area del PRAM (Piano di rivalutazione ambientale dei Montecchi) e nelle residue aree agricole”.

Il dibattito

“A Colico abbiamo dato un contributo di informazione e promozione del dibattito anche con un incontro pubblico dal titolo “Il paesaggio del Lario nel PGT di Colico” nell’aprile 2012 con la partecipazione delle associazioni e degli esperti” concludono da Legambiente