Manuel Tropenscovino è il nuovo segretario dei Giovani Democratici della Provincia di Lecco. “Occorre recuperare credibilità ad un simbolo che molti avversano come un nemico. Noi giovani possiamo farlo ripartendo da piccole opere di bene, riprendendo una storia che ha fatto bene a molti”. Questa la sfida.

Giovani Democratici a congresso ieri

L’elezione è avvenuta ieri sera, lunedì 8 ottobre, in occasione del III Congresso dei GD Lecco. Tropenscovino  è stato eletto all’unanimità. Subentra a Davide D’Occhio, che è stato segretario dal 2016 ad oggi.

Da Cremeno

Classe 1995, di Cremeno, Manuel Tropenscovino si è diplomato al Liceo linguistico Manzoni e attualmente è studente universitario di Giurisprudenza.  In passato è stato coordinatore dei circoli territoriali di Lecco e di Alta Brianza e Laghi. Ha fatto parte della segreteria uscente con l’incarico di responsabile organizzativo e tesoriere.

“Dopo il 4 marzo si è aperta una fenditura profonda tra la sinistra e i cittadini. Questo è indubbio. Occorre restituire credibilità al Pd lavorando sul territorio, affrontando i problemi concreti delle persone che vivono sul nostro territorio. Come quello dei trasporti pubblici, che coinvolge migliaia di studenti e lavoratori. Alle criticità di sempre si è aggiunta l’emergenza determinata dalla chiusura  del ponte di Paderno. I Giovani Democratici si sono impegnati da subito s questo fronte”. Non da soli. “Occorre lavorare in sinergia con le associazioni e gli enti che si occupano di cittadinanza attiva” spiega il giovane segretario. Diversamente “si lascia il campo a chi gioca su paure e su bisogni reali senza fornire però risposte vere”. Ché un’altra necessità è di “approfondire i problemi, analizzarli, per poi articolare risposte più complesse”.

Leggi anche:  Maltempo a Lecco, infiltrazioni all'asilo: bimbi spostati