Flavio Nogara smentisce il passo indietro: la Lega presenterà la sua lista a Valmadrera. “Sono i cittadini valmadreresi a chiedercelo, perché serve un cambiamento”.

Nessun passo indietro, anzi…

L’ex segretario del Carroccio provinciale smentisce le indiscrezioni secondo cui la Lega avrebbe rinunciato a concorrere con il proprio simbolo al governo della roccaforte del centrosinistra lecchese. Così come ribadisce  quanto già dichiarato la scorsa settimana al Giornale di Lecco in vista delle prossime elezioni amministrative: “La Lega ha sempre lavorato per presentare una propria lista, visto che abbiamo la forza a livello nazionale  il consenso a livello locale per vincere e offrire il cambiamento che i valmadreresi chiedono”.

“Ascolto Valmadrera non è una lista civica”

Ribadita anche la versione della mancata alleanza con Ascolto Valmadrera. “E’ stata la lista civica ad interloquire con noi mesi fa e sembrava ci fosse la volontà di fare un percorso insieme, poi hanno interrotto il discorso. Forse qualcuno pensava che con il tira e molla orchestrato avremmo capitolato, rinunciando al nostro simbolo. Forse qualcuno non ha capito che abbiamo più esperienza politica di altri…”.  Riguardo ad Ascolto Valmadrera Nogara non ha più remore per un affondo: “Non è una lista civica come vogliono far credere. La loro ispirazione politica è evidente per chi conosce i suoi componenti”.

“Lanciamo la sfida a Rusconi”

La Lega si schiera per scalzare il Pd, non solo a Valmadrera. “La sfida a conquistare questa città è stata lanciata tempo fa dal sottoscritto, quando ero segretario provinciale. Le nostre mete sono da sempre Valmadrera e Calolziocorte. Quest’ultima l’abbiamo raggiunta lo scorso anno. Adesso puntiamo a vincere anche la seconda partita.  Siamo contenti che Antonio Rusconi, che ha sempre tirato le fila delle civiche di centrosinistra candidate e retto i giochi del governo valmadrerese, adesso ci metta la faccia. Lanciamo a lui e al Pd che rappresenta la nostra sfida”.

Leggi anche:  Superticket sanitari, Straniero: "Bene l'esenzione pere reddito, ma si poteva fare di più"

“Obiettivo è liberare Valmadrera!”

“L’obiettivo è liberare Valmadrera!” afferma Nogara. “Attraverso Valmadrera intendiamo a ristabilire un nuovo equilibrio nelle scelte politiche dell’intera provincia di Lecco”.

Quando alla posizione della Lega sul forno inceneritore e il teleriscaldamento “siamo stati i primi a denunciare il collegamento tra il potenziamento del primo e il progetto del secondo. Se vinceremo intraprenderemo l’iter con tutti i passi burocratici necessari per arrivare allo spegnimento del termovalorizzatore. Non siamo quelli che  illudono i cittadini dicendo che il giorno dopo la nostra vittoria gireremo l’interruttore. Ci sono tempi tecnici da rispettare, ma questo è il nostro programma”.

Il bando per il teleriscaldamento

Quanto alla pubblicazione del bando di gara per la progettazione e gestione del teleriscaldamento, avvenuta questa settimana, Nogara dà una critica lettura politica. “L’iniziativa presa ora, in piena campagna elettorale, rivela una verità. Qualcuno ha timore di perdere le elezioni e che la sconfitta segni la fine del progetto”.

“Sarà una lista con nomi di spessore”

Tornando alla lista “richiesta a gran voce dai valmadreresi”, Nogara ne prospetta la presentazione tra una decina di giorni, al termine dell’ultimo giro di consultazione interna. “Sarà una lista con nomi di spessore. In tanti ci hanno chiamato per chiedere di collaborare. Come già detto non sarò io il candidato.  E non perché abbia timore di una sconfitta. Anzi. Abbiamo tanti possibili candidati tra cui scegliere ed io preferirei che fosse un valmadrerese”.