Oggi la Giunta Regionale della Lombardia ha deliberato lo stanziamento di 50 mila euro al Consorzio di Bonifica Est Ticino Villoresi per finanziare lo studio di fattibilità tecnico-economica per il recupero del Naviglio di Paderno d’Adda.

Naviglio di Paderno d’Adda verso il recupero

La delibera approvata oggi fa seguito all’emendamento al bilancio regionale presentato dal consigliere della Lega, Alessandro Corbetta.

“Questa è un’ottima notizia – commenta Corbetta – perché stiamo dando seguito concretamente alle promesse fatte in campagna elettorale quando il presidente Fontana visitò il naviglio a Cornate d’Adda. L’obiettivo dello studio di fattibilità – spiega Corbetta – è arrivare ad un progetto preliminare per la riqualificazione del Naviglio tra Cornate e Paderno d’Adda. Stiamo parlando di un’opera di assoluto rilievo, espressione della genialità di Leonardo Da Vinci e che, una volta recuperata, rappresenterà un importante volano per il turismo e per l’economia del territorio vista anche la grande bellezza naturale e paesaggistica della valle dell’Adda”.

Il sogno: navigare dal lago fino a Milano

“Il finanziamento deciso oggi dalla Giunta lombarda – prosegue il consigliere Corbetta – è parte di una serie di interventi e misure atte a potenziare il sistema dei Navigli e favorirne la navigabilità. Per questo ringrazio il presidente Attilio Fontana e l’assessore alle infrastrutture e mobilità Claudia Terzi che stanno dimostrando molta concretezza sul tema dei navigli. In questo senso – conclude Corbetta – il tratto fra Paderno e Cornate, di circa 2,6 km, è un tassello essenziale del progetto di riapertura dell’intero sistema perché può consentire di navigare dal Lago di Como fino al centro di Milano”.