Ugo Parolo, già sindaco di Colico, è stato eletto presidente del gruppo Interparlamentare dedicato allo sviluppo della Montagna. “Sono molto onorato per la fiducia ricevuta. Desidero ringraziare i miei colleghi, in particolare il mio predecessore, l’amico e collega Enrico Borghi, che oltre ad aver ricoperto questo incarico con competenza ed impegno è stato, ed è, protagonista di tante battaglie a favore dei territori e continuerà a svolgere un ruolo strategico nel ricostituito Intergruppo parlamentare. Il mio obiettivo è lavorare in squadra al di là dei ruoli, dove tutti sono protagonisti in un percorso di condivisione che ci deve vedere uniti per la difesa e lo sviluppo di territori marginali dal punto di vista demografico, ma strategici e ricchissimi per le risorse naturali e culturali, per i valori ambientali e paesaggistici. Seguendo questi principi sono certo che potrò contare sulla piena collaborazione di tutti, senza distinzione di appartenenza” commenta il deputato.

Montagna: Parolo (Lega) eletto presidente dell’Intergruppo parlamentare

“Durante la prima riunione – sottolinea Parolo – è stato anche nominato un primo gruppo di coordinamento composto dai parlamentari Enrico Borghi,Albrecht Plangger, Roger De Menech, Chiara Gribaudo e Diego Zardin. Le politiche per la montagna sono per loro natura trasversali e l’Intergruppo, espressione di deputati e senatori di ogni parte politica, incarna proprio lo spirito inclusivo e comunitario delle nostre montagne: la mia azione non potrà, quindi, che essere in continuità con quanto fin qui svolto dallo stesso organismo e terrà conto delle personali esperienze maturate al governo di Regione Lombardia in una collaborazione trasversale ma che guardi a questi territori ‘dal basso’, con l’ascolto degli enti locali e di chi vive ogni giorno tra le mille difficoltà delle aree interne”.
<

Leggi anche:  Elezioni comunali 2020: le "prove generali" del Centrodestra unito

Confronto con le organizzazioni che si occupano di montagna

>“Ed è per questo – annuncia Parolo – che ritengo importante il confronto e la collaborazione con le organizzazioni della montagna, a partire dall’Uncem e dal suo neo Presidente, Marco Bussone, e di tutte le associazioni che se ne occupano a vario titolo: dallo sport, all’ambiente, al paesaggio, alla green economy, alla cultura. Cercheremo di definire sempre proposte costruttive e ragionevoli. Ovviamente siamo certi di poter contare sulla sensibilità del Governo ed in particolare della Ministra per gli Affari regionali e per le autonomie, senatrice Erika Stefani, con la quale abbiamo già intrapreso alcune iniziative Come primissima azione – conclude Parolo – procederemo ad una convocazione plenaria di tutti i parlamentari interessati per integrare le rappresentanze ad ogni gruppo e per un primo confronto sulle modalità operative”.