Attilio Fontana candidato del centro destra alla presidenza di Regione Lombardia sarà in tour nel lecchese dopodomani, mercoledì 7 febbraio.

Attilio Fontana incontra i sindaci meratesi

Prima tappa  dell’ex sindaco leghista di Varese, papabile successore di Roberto Maroni, sarà a Merate. Lo aspettano alle 10 in sala civica Fratelli Cernuschi ( viale Lombardia)  per un incontro con i sindaci ma aperto al pubblico. Sarà occasione per la presentazione della lista Fontana presidente nella quale sono candidati  quattro noti leghisti del territorio. Silvano Stefanoni, vicesindaco di Lierna, noto dipendente del Comune di Lecco. Poi c’è Matteo Mauri, attuale consigliere comunale di maggioranza a Olgiate Molgora, con delega all’Agricoltura. Per le quote rosa abbiamo Claudia Ferrario, consigliere di opposizione a Barzanò e in Provincia, già candidata sindaco nelle ultime elezioni comunali del 2016. Con lei Anna Clara Bassani, insegnante, già consigliere comunale a Valgreghentino.

Al mercato di Lecco e poi ad Oggionese

Alle 11 Fontana si sposterà a Lecco per una puntata al gazebo allestito al mercato di via Amendola. Quindi il tour si sposterà nell’Oggionese. In programma una visita al Prosciuttificio Marco d’Oggiono e alla Novatex Italia di Oggiono, quindi alla Paolo Cattaneo Arti Grafiche di Annone Brianza.

Leggi anche:  Salvini stasera a Pontida. Ieri Faggi sul palco con Umberto Bossi FOTO

Pomeriggio in Valsassina e poi a Calolzio

Dopo pranzo, alle 15, Fontana sarà a Barzio, in località La Fornace, presso la sede della Comunità Montana per una intervista televisiva alla presenza dei sindaci e degli amministratori valsassinesi. L’incontro è aperto al pubblico.

Alle 16.30 penultima tappa nel Calolziese, al Monastero del Lavello, per un incontro con tutte le forze politiche che sostengono Fontana Presidente. Subito dopo l’ultima visita ad un’azienda, la Fontana Stampi.

Conclusione all’Unione Industriali

Il giro si concluderà alle 18.30 a Lecco, con l’incontro  organizzato presso l’Unione Industriali di via Caprera con le associazioni di categoria.