Oltre 25 gazebi della Lega Nord sono stati aperti tra sabato e domenica sul territorio della provincia di Lecco. L’obiettivo era soprattutto quello di  spiegare ai cittadini l’importanza del voto del 22 ottobre.

Lega Nord e non solo

Non solo  leghisti tuttavia. In piazza c’erano anche  altri movimenti politici e comitati referendari apolitici. Gli attivisti del Carroccio hanno quindi  illustrato  le motivazioni del referendum per l’Autonomia della Regione Lombardia. I seggi elettorali saranno aperti dalle 7 alle 23 e per la prima volta si utilizzera’ il voto elettronico.

Il testo del referendum

“Volete voi che la Regione Lombardia, in considerazione della sua specialità, nel quadro dell’unità nazionale, intraprenda le iniziative istituzionali necessarie per richiedere allo Stato l’attribuzione di ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia, con le relative risorse, ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo 116, terzo comma, della Costituzione e con riferimento a ogni materia legislativa per cui tale procedimento sia ammesso in base all’articolo richiamato?”

Leggi anche:  Dopo Genova: la Lega bergamasca propone di fare il "tagliando ai ponti"

L’appello di Nogara

“Sara’ questa un’occasione unica che tutti i cittadini avranno per chiedere finalmente che Regione Lombardia possa ottenere più competenze.  Ma soprattutto più risorse per gestire innanzitutto le competenze gia’ attribuite, oltre che per le nuove richieste”. Questo il commento del Segretario Provinciale di Lecco Flavio Nogara. “E’ quindi  fondamentale che ognuno trovi 5 minuti per andare a votare, anche chi non crede più nella politica, chi è sfiduciato, chi è anni che non vota più, tutti dobbiamo crederci, per una volta, ancora una volta, non costa nulla, possono derivarne solo benefici!”