La Lega Lecchese scende in piazza al fianco del suo “Capitano” Matteo Salvini. Eloquente lo slogan della “gazebata” ovvero Salvini non mollare”.

“Salvini non mollare”

Sabato 2 febbraio e domenica 3 febbraio, in molti comuni della nostra provincia, militanti della Lega daranno vita a raccolte firme a sostegno del leder del Carroccio. “Sarà una manifestazione che ha sì l’obiettivo di appoggiare l’operato del nostro leader e Ministro dell’Interno – spiega il Commissario Provinciale Stefano Parolari, ma ingenerale sarà un evento a sostegno di tutto il Governo e delle sue scelte”.  E ancora” Questa iniziatva è nata dal basso, ovvero dalla popolazione stessa che chiede a Salvini di continuare  a lavorare e realizzare quanto programmato e promesso alle elezioni politche del 4 marzo 2018″.

 

Lega in piazza nel Lecchese per il “capitano”

La due giorni di raccolta firme arriva in un momento quanto mai “caldo” per il leader della Lega al centro della disputa politico giudiziariA.  La Giunta per le Immunità del Senato dovrà iniziare a vagliare la richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti del ministro dell’Interno. Richiesta avanzata dalla Procura del tribunale di Catania. Al centro il  caso Diciotti, scoppiato nell’agosto 2018, quando a 177 migranti a bordo dell’omonima nave della Guardia costiera  venne impedito lo sbarco al porto di Catania. “La scelta di fare questa manifestazione in questo momento non è legata solo a questa vicenda – sottolinea Parolari – Vero è che chi ha la memoria che è in grado di arrivare sino ad agosto ricorderà che la scelta sul caso Diciotti non è stata del solo Salvini, ma dell’intero Governo. L’iniziativa è organizzata in questo momento di forte intensità dello scontro tra etablissement globalista ed i movimenti politici o popolari in tutto il mondo occidentale ed in Italia in particolare”.

Leggi anche:  Si schianta a terra mentre corre: 50enne in condizioni serie

I punti di raccolta firme

Se il comitato Tutti Noi Migranti scenderà in campo sabato con una catena umana intorno al municipio di Lecco per  “resistere alle scelte inumane di chi vorrebbe lasciar morire in mare chi scappa dalla guerra, dalla fame e dalla povertà” la La Lega allestirà invece punti di raccolta firme e postazioni di dialogo con i cittadini in Città e in altri comuni del territorio.

LEGGI ANCHE Migranti lasciati in mare: a Lecco catena umana intorno al municipio

“Per quanto riguarda il capoluogo l’appuntamento è per domenica in piazza Garibaldi – conferma Parolari – Sabato invece saremo a Valmadrera in piazza Manzoni mentre lunedì a Mandello in occasione del mercato” E ancora gazebi tra sabato e domenica a Calolzio, Vercurago, Colico, Oggiono, Brivio, Lierna, Monticello e Missaglia. ”