Alla Festa della lega di Pontida il nome dato in menu ad alcune pizze speciali diventa occasione di dibattito poi sul Web.

Pontida fa scatenare il Web

Ci sono anche la pizza “Umberto” e quella “del Capitano“, oltre a “Va pensiero” e “Padania libera“. Alla Festa della Lega in corso nell’emblematica Pontida, i lumbard questa volta hanno voluto giocare la carta dell’ironia nel dare un nome alle pizze speciali in menu, scegliendo alcuni temi divenuti d’attualità nel corso del recente passato, come “Flat tax” per fare un altro esempio.

Le pizze alla Festa della Lega

Ma a scatenare commenti sul Web sono state in particolare due pizze che fanno riferimento a un argomento spinoso come quello dei “porti chiusi” e che si chiamano “Seawatch” e “Aquarius” proprio come due navi delle ong spesso al centro delle cronache negli ultimi mesi. Ironia che sulle bacheche social è stata criticata per indelicatezza, sebbene il sempre attivissimo deputato orobico Daniele Belotti abbia minimizzato, parlando di goliardia sulla quale è eccessivo montare polemiche.

Leggi anche:  I ministri del nuovo governo Giallorosso arrivano sul Lago

Città del Giuramento, un must

La festa estiva era salita agli onori delle cronache già per un’altra goliardata: una maglietta con una scritta in cirillico per ironizzare sul caso Russia che inizialmente era inciampata nel traduttore di Google non sempre impeccabile. Ma in ogni caso, la Città del Giuramento resta nell’immaginario collettivo leghista un punto fermo. LEGGI ANCHE: Il Raduno leghista di Pontida slitta a settembre