Il pubblico che assiste alle sedute del Consiglio comunale a Merate è ultimamente più numeroso del solito. I futuri candidati hanno iniziato a studiare.

Consiglio comunale affollato… di futuri candidati

Indovina chi viene in Consiglio? La domanda, che ricorda un celebre film, è tutto eccetto che capziosa. Nella risposta è infatti contenuta l’identità dei futuri candidati alle elezioni amministrative del 2019 e fors’anche dei candidati alla poltrona di sindaco. I capi cordata, insomma. I giochi sono infatti cominciati e, a giudicare dalle presenze in aula consiliare, c’è chi ha cominciato per tempo a studiare da futuro amministratore. Nessuna scuola, del resto, è migliore delle discussioni che si consumano a Palazzo.

Nel pubblico semplici cittadini ma anche politici e volti dell’associazionismo meratese

Agli osservatori più attenti non può infatti sfuggire l’assiduità con cui volti noti e meno noti della politica e dell’associazionismo meratese hanno cominciato a frequentare negli ultimi tempi non solo le sedute del Consiglio ma pure le Commissioni e le Consulte. Tra loro ci sono invero persone che non hanno mai perso una seduta, se non raramente. Come per esempio Aldo Castelli, vecchia volpe della politica meratese, e Giuseppe Papaleo, indomito presidente del Comitato Viale Verdi. Tra le presenze più assidue anche diversi candidati, non eletti, alle precedenti amministrative.
Come Franca Rosa (in lista con Sei Merate alle elezioni del 2014) e il segretario cittadino del Pd Gino del Boca. L’elenco è comunque lungo e spazia da destra a sinistra, politicamente parlando, e pesca in tutte le associazioni cittadine.

Leggi anche:  Grazie Bergamo, l'ex sindaco di Amatrice a Pontida FOTO e VIDEO

Tutti i dettagli del servizio, con nomi e foto, sul Giornale di Merate in edicola da martedì 5 giugno.