“Sono orgoglioso di rivendicare i risultati del mio Decreto Sicurezza e immigrazione, recentemente convertito in legge”.  Inizia così la lettera esclusiva che il vice premier e ministro degli Interni, Matteo Salvini, ha inviato al Giornale di Lecco e che potete leggere sulle pagine dell’edizione cartacea del nostro settimanale, in edicola da oggi, lunedì. (Da pc clicca qui per la versione sfogliabile, mentre sul tuo cellulare cerca e scarica la app “Giornale di Lecco” dallo store.

La manifestazione di sabato a Roma con tanti lecchesi

Una lettera che pubblichiamo a due giorni dalla manifestazione romana che ha visto la partecipazione di 80.000 fedelissimi del Carroccio. Tra questi tanti, tantissimi i Lecchesi come il deputato e sindaco di Oggiono Roberto  Paolo  Ferrari (“Come deputati abbiamo potuto partecipare solo nella pausa dei lavori per la Legge di Bilancio. Siamo usciti in corteo da Montecitorio, lungo via del Corso, con la gente che si apriva in due ali al nostro passaggio. L’ingresso in piazza del Popolo è stato salutato da grida di incoraggiamento e applausi”) o il senatore Paolo Arrigoni (“Davanti a una piazza del Popolo gremita come non mai Salvini ha chiesto a tutti gli italiani di essere uniti, di non aver paura di nessuno”).

Leggi anche:  Autonomia Lombardia, Fontana al Meeting di Cl: "Non penalizza il Sud" VIDEO

Il ministro Salvini scrive al Giornale di Lecco

“Ho istituito un nuovo fondo sulla sicurezza urbana: servirà a finanziare tutte quelle iniziative che quest’anno ho sperimentato con le poche risorse a disposizione. Per il 2019 ragioniamo su uno stanziamento da 30 milioni di euro. A questo si aggiunge un altro stanziamento da 90 milioni di euro per potenziare la videosorveglianza” si legge ancora nella lettera in esclusiva sul Giornale di Lecco in edicola.  Il ministro degli Interni tocca anche il problema migranti. “Rivendico con orgoglio di aver ridotto gli sbarchi di circa l’80% (così sono diminuiti anche i morti in mare) mentre stiamo stroncando il business di chi lucra sui flussi incontrollati”. Salvini vuole dialogare con il territorio. “C’è attenzione alle istanze autonomiste. C’è ancora tanto da fare, ovviamente. Ma il dialogo con il territorio e con gli amministratori sarà sempre aperto”.

LEGGI ANCHE Lecco sfida Salvini: passa la mozione contro il decreto sicurezza