Flavio Nogara aveva fatto ricorso contro l’annullamento della sua elezione in Consiglio regionale: ninente da fare, pagherà anche le spese legali. Formenti in Consiglio regionale.

Il clamoroso annullamento

Antonello Formenti

L’ex segretario provinciale del Carroccio lecchese Flavio Nogara (bellanese ma residente a Calolziocorte) era approdato al Pirellone lo scorso 4 marzo 2018, dopo le elezioni regionali, grazie a ben 2.348 voti raccolti nelle urne. Ma due mesi dopo l’elezione del quarantenne politico era stata annullata in favore de primo dei non eletti in provincia di Lecco, vale a dire Antonello Formenti.

La questione dell’ineleggibilità

La questione della eleggibilità di Nogara si era posta solo all’indomani della sua elezione. In base ad una norma in vigore dal 2016, prima di candidarsi si sarebbe dovuto dimettere dal Cda di Ferrovie Nord, società pubblica partecipata per il 57 percento da Regione Lombardia.

Confermata la tesi iniziale

La questione ha innescato una diatriba tecnico-legale che solo oggi, lunedì 18 febbraio 2019, è stata definitivamente sciolta. Nogara aveva fatto ricorso contro la propria defenestrazione, invece è stata confermata la tesi dell’incompatibilità tra la carica esecutiva nell’ente di trasporto e la candidatura politica (così già si era espresso l’Ufficio legislativo del Consiglio regionale).

Leggi anche:  Elezioni Dervio: endorsement dell'imprenditore Galperti per Cassinelli. E Vassena risponde...

Strada spianata quindi per Formenti, Nogara dovrà anche sostenere le spese legali legate alla vertenza.