Elezioni politiche 2018 il primo Instat Poll in onda a Porta a Porta su Rai 1 riguarda il Senato e gioca su una forbice del 3%. A ruota segue La 7 con l’Instant Poll  per la Camera, con una forbice più ristretta, al 2%. Ma la proiezione è unanime: il Movimento 5 Stelle vince, staccando di 9 punti   il Pd e di quasi 16 punti Forza Italia. Quest’ultima avrebbe però superato la Lega. Non c’è una maggioranza. Questo è in ogni caso il dato che emerge con maggiore chiarezza da questi exit poll. E infatti è ciò che in maniera tranchant stanno battendo nei titoli i media internazionali.

Elezioni politiche 2018 al Senato  M5S vola al 29%

Il primo partito alla Camera è il Movimento 5 Stelle al quale si accredita un risultato tra il 29% e il 32%. Comunque 9 punti sopra il Pd, dato tra il 20,5 e il 23,5%. Staccata di 7 punti Forza Italia, tra il 13 e il 16%. Pari merito, e questa sarebbe già una notizia,  la Lega, attestata tra il 13 e il 16%. A seguire la forbice si accosta al 2 per cento:  Fratelli d’Italia è data tra il 4 e il 6%. Noi con l’Italia, quarta gamba del centrodestra viaggerebbe tra 1 e 3%. Avrebbe preso di più +Europa con Emma Bonino, tra il 2,5 e il 4,5%.  Poco meglio Liberi e Uguali tra il 3 e il 5%.  Civica Popolare Lorenzin non toccherebbe addirittura  il 2% (0-2%).

Alla Camera Forza Italia sorpassa la Lega

La proiezione realizzata da Swg per La7, interpellando gli elettori all’uscita dai seggi, registra il sorpasso di Forza Italia sulla Lega: il distacco sarebbe dell’ 1,2%. Sopra la percentuale di sbarramento Fratelli d’Italia con una forbice tra il 4,4 e il 5,4% e Liberi e Uguali, accreditata tra il 5,2 e il 6,2%. Sotto la soglia +Europa tra il 2,8 e 3,4%, Noi con l’Italia 1,8-2,4%, Civica Popolare 0,4-1%,  Italia europa Insieme 0,5-1,1%. Il Movimento 5 stelle è addirittura tra il 28,8-30,8%, mentre il Partito democratico viaggerebbe tra il 21% e il 23%