Fratelli d’Italia rompe gli indugi: alle elezioni di Oggiono appoggerà ufficialmente la nuova lista civica di Lamberto Lietti.

“Non siamo riusciti a ricucire lo strappo consumato negli ultimi mesi nel Centrodestra”

A lungo il partito di Giorgia Meloni era stato corteggiato dalla Lega dopo lo strappo con Forza Italia. Ma dopo quanto successo luendì sera in Consiglio comunale, con il ritiro della delega di vicesindaco a Lietti da parte del borgomastro Roberto Ferrari, Fdi ha fatto la sua scelta di campo. “Abbiamo lavorato per una soluzione unitaria del Centrodestra, ma purtroppo non è stato possibile – recita il comunicato diramato da Fabio Mastroberardino, portavoce provinciale FDI Lecco – Fratelli d’Italia ha da sempre sposato la linea di andare uniti come Centrodestra su tutti i Comuni della provincia, e abbiamo lavorato in questo senso sia con comunicati ufficiali sia negli incontri con le altre forze in campo (Lega e Forza Italia). Il nostro obiettivo è quello di avere amministrazioni locali di Centrodestra che possano lavorare sinergicamente per un progetto comune di una Grande Lecco, lasciandosi alle spalle le differenze e lavorando sui tantissimi aspetti comuni tra le nostre tre forze. Abbiamo mantenuto questo approccio anche ad Oggiono, purtroppo senza riuscire a far ricucire lo strappo che si è consumato in questi ultimi mesi. Rottura ampiamente evitabile dato il profilo professionale e amministrativo del candidato naturale, l’attuale (fino a lunedì, purtroppo) vicesindaco Lamberto Lietti”.

“Con Lietti nel segno della continuità della buona amministrazione”

“Il nostro appoggio, nella logica della continuità, va alla candidatura di Lietti e della sua lista civica,  – continua Mastroberardino – Lietti è uno stimato professionista, espressione di una forza civica, ha svolto un ottimo lavoro in questi dieci anni di amministrazione ed è garanzia per gli oggionesi di un percorso amministrativo di continuità con quanto di buono fatto sino ad oggi”.

Leggi anche:  La Regione “sposa” il reddito di cittadinanza, ora si attendono le card

L’uscita dall’aula dell’assessore Ornaghi era stata concordata con il partito

Dopo le polemiche scoppiate nel post Consiglio, Fratelli d’Italia ha fatto chiarezza anche sulla presa di posizione dell’assessore Elena Ornaghi, uscita dall’aula dopo la sfiducia a Lietti. “Per tutti i motivi detti siamo rammaricati della revoca della carica di vicesindaco a Lietti – ha concluso il segretario provinciale – e da qui l’uscita dal Consiglio comunale del nostro assessore Elena Ornaghi, scelta concordata dalla dirigenza del partito non apprezzando decisioni mosse da logiche personali/elettorali e non certo di merito”.