Elezioni Lierna è Silvano Stefanoni. La sua lista “Noi per Lierna” vince con 507 voti, soltanto 45 in più dei 462 espressi per “Vivere Lierna”, guidata da Marco Mauri. Resta fuori dai giochi “Obbiettivo in Comune” di Corrado Maria Rumi che si ferma a 279 voti.

Elezioni Lierna: vince Stefanoni

Eletto, dunque, Stefanoni, nel segno della continuità: vicesindaco uscente, e ora sindaco, le prime parole sono per tutti coloro che l’hanno sostenuto: “Ringrazio il mio gruppo composto da persone fantastiche che hanno fatto un grande lavoro e tutti gli esponenti della delegazione provinciale della Lega che mi hanno sostenuto. La vittoria, però, la dedico a mia moglie Paola. Oggi si festeggia ma da domani si ritorna subito al lavoro”.

In tema di preferenze, nella lista vincente, il sindaco uscente Edoardo Zucchi prende 32 voti e alla domanda se sarà vicesindaco risponde con una battuta: “no, probabilmente mi dedicherò alla vita da pensionato”, ma la più votata è Simonetta Costantini con 43 preferenze, seguono il giovane Jacopo Gentilini con 42 e Roberta Lafranconi e Barbara Pensa, entrambe a 23.

Il nuovo consiglio comunale e le preferenze

In tema di preferenze, nella lista vincente, il sindaco uscente Edoardo Zucchi prende 32 voti e alla domanda se sarà vicesindaco risponde con una battuta: “no, probabilmente mi dedicherò alla vita da pensionato”, ma la più votata è Simonetta Costantini con 43 preferenze, seguono il giovane Jacopo Gentilini con 42 e Roberta Lafranconi e Barbara Pensa, entrambe a 23.

Leggi anche:  Stakanovisti o introvabili: ecco quanto lavorano i nostri parlamentari

Il consigliere comunale che ha ricevuto più voti, però, nonostante la sconfitta, è Nunzio Marcelli di “Vivere Lierna” che raccoglie 70 consensi. Dichiarato decaduto dal consiglio comunale pochi giorni prima delle elezioni ora resta da vedere quale sarà il suo futuro. Assente ai seggi il candidato Marco Mauri che non parla di sconfitta ma di “mezza vittoria”: “Avevamo grandi ambizioni ma rispettiamo il volere dei cittadini di Lierna e facciamo i complimenti alla lista vincente. Come minoranza faremo un’opposizione seria e democratica e cercheremo di far ricredere quei pochi elettori che non ci hanno scelto in vista delle prossime elezioni”.
Non era presente al momento dello spoglio neanche Corrado Rumi, il terzo candidato che farà parte della seconda minoranza in consiglio.