I Cinque Stelle meratesi rompono gli indugi e dopo aver ufficializzato la candidatura a sindaco del noto fotografo Pierluigi Bonfanti ora hanno anche reso noti tutti i componenti della lista che scende in campo per elezioni a Merate.

Elezioni a Merate

Si profila quindi una corsa a tre con Bonfanti che sfiderà Massimo Panzeri, candidato di Lega e Forza Italia (ma anche espressione di alcune componenti civiche), e Aldo Castelli, numero uno della lista appoggiata anche dal Pd. In attesa di conoscere nel dettaglio tutti i nomi degli aspiranti consiglieri di centrodestra e centrosinistra, i pentastellati hanno formato la loro squadra.

“Una squadra costruita con la forza delle idee e delle proposte che in questi mesi, noi del Movimento 5 Stelle di Merate, abbiamo saputo elaborare all’ombra del nostro “gazebo”. E sebbene lo abbiamo fatto fuori dal Palazzo i nostri progetti e le nostre proposte hanno affascinato in tanti. In particolare chi ha dato il giusto merito a quel lavoro ed oggi ha deciso di mettervi la faccia Niente trucchi dunque per noi, via il drappo dal proscenio per far sì che Merate ed i meratesi possano oggi guardarli in faccia uno X uno i nostri candidati. Uno dopo l’altro. Una storia dietro l’altra. Tutte diverse, ma tutte accomunate da un solo desiderio: ripensare Merate sotto l’egida di un nuovo Rinascimento” spiegano.

 

Tutti i componenti della lista

 

Elena CALOGERO – 52 anni – residente a Merate – libera professionista nel settore della moda e scrittrice per il teatro, cinema (produzioni Rai Cinema) e letteratura. Dal 2013 attiva in politica con il Movimento 5 Stelle sul territorio meratese, nel 2014 già candidata per le amministrative e nel 2018 candidata al Consiglio Regionale.  “Stanca del votare il «meno peggio» comunque con un orientamento di centro destra,  mi sono avvicinata nel 2012 al Movimento 5 Stelle. Ci sono due delle cose alle quali non rinuncerei mai: l’impegno politico che soddisfa il mio forte senso civico e la scrittura che colma la necessità di analisi della società con un occhio critico e artistico. Questi due percorsi hanno un punto in comune; la mia partecipazione nella comunità meratese.  Da anni metto faccia, energia e competenze a disposizione del territorio affrontando temi importanti per il bene della collettività. Uno su tutti, l’Ambiente. Dalla sua tutela dipende la qualità della nostra vita, la salute nostra e dei figli, il senso morale di ciò che lasceremo alle future generazioni.»

 

Francesco SCORZELLI – 60 anni – Residente a Verderio. Maturità Scientifica e diploma di infermiere. Lavora in sanità pubblica dal 1981, prima come ausiliario, poi come infermiere e successivamente come Coordinatore Infermieristico, ruolo che svolge nell’ospedale di Merate. Inoltre è stato docente di Scuola infermiere presso l’Ospedale di Niguarda e il Fatebenefratelli. E’ iscritto al sindacato USB nonché nominato Terminale sindacale eletto con il maggior numero di preferenze da due mandati in RSU ASST di Lecco. «Sono caposala presso l’ospedale Mandic di Merate dove mi batto costantemente per la difesa dei diritti dei lavoratori, specie dei più deboli,  per la sicurezza dei luoghi di lavoro, per il rispetto dei dettami contrattuali. Ma soprattutto la mia battaglia è per una Sanità che, come sancito dalla nostra Costituzione, deve rimanere pubblica e che qui a Merate si traduce nel mio impegno contro la paventata  chiusura notturna del Pronto soccorso. Sin dalla fine degli anni 90 condivido le idee espresse dal “comico” Beppe Grillo e dal Movimento 5 Stelle.»

Vincenzo PISTININZI – classe 1951– Residente a Merate – Sottotenete della riserva di complemento dell’Arma dei Carabinieri. Insignito del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana con decreto del 2010 a firma del Presidente della Repubblica ed insignito della benemerenza civica dell’Ambrogino d’oro dal Comune di Merate. Dopo lunghe e impegnative esperienze tra le quali Desio e Paderno Dugnano, giunto nel meratese nel 1998, ha ricoperto il ruolo di comandante del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia Carabinieri cittadina, e, quale responsabile della polizia giudiziaria ha diretto e partecipato in prima persona a complesse attività di investigazione volte allo smantellamento di numerosi sodalizi criminosi. Nel 1976 ha partecipato alle operazioni di soccorso alla popolazione del Friuli, gravemente colpita dal terremoto. «Il mio obiettivo, se ne avrò l’opportunità, sarà quello di infondere maggiore sicurezza sul territorio

Francesco Maria ROTA – 55 anni –   residente a Verderio dipendente bancario presso ex Banca Briantea Banco BPM presso l’agenzia di Merate. Sposato e padre di una figlia – «Pur non abitando a Merate, ma lavorandoci da sempre, vi sono rimasto fortemente legato per la vita sociale, sportiva e  parrocchiale. Ho accettato di candidarmi per il consiglio comunale di Merate principalmente perché ho ritrovato il valore di quelle parole dimenticate dalla politica locale e nazionale. Ho ritrovato in esso la spinta di non demandare la gestione “Res Publica» trovando l’opportunità di partecipare e decidere direttamente del futuro di questa meravigliosa cittadina. La partecipazione alle scelte delle spese sarà una delle mie priorità”

Anna BALLARIN –  52 anni – diploma di infermiere e dal 1986 dipendente nell’Azienda Ospedaliera di Lecco, presidio di Merate nell’U.O. di Pronto Soccorso in modo continuativo dal 2003. Sposata e residente a Merate  sin dalla nascita. «Insieme a mio marito, Pierluigi Bonfanti, ho deciso di mettermi al servizio della città che amiamo profondamente e dove abbiamo fatto crescere i nostri figli consapevoli che il loro futuro e quello di tutte le famiglie, dipende dall’impegno di ogni singolo cittadino. La politica non mi aveva destato interesse particolare, ma dopo aver assistito nel 2012 ad un incontro organizzato a Monza in sostegno al Movimento 5 Stelle, ho iniziato a condividerne i principi e le idee, peraltro rivoluzionarie per quell’anno.  Credo fortemente che Merate abbia bisogno di un risveglio dall’immobilismo che l’ha vista vittima in questi anni e con la mia esperienza contribuirò al risultato che Merate si merita»

Carlo VICENZETTO – 64 anni – residente a Merate dal 1988 – Imprenditore, nel 1974 fonda la società Chario Loudspeakers leader mondiale del settore hi-fi dove ne ha curato per quarant’anni la distribuzione internazionale e la ricerca scientifica in laboratorio. Competenze primarie commercio internazionale e acustica: Elettroacustica, Psicoacustica, Acustica dell’ambiente. Musicista jazz per passione. Già candidato alle Amministrative nel 2014. “La mia visione politica è sempre stata di sinistra: dal PCI di Berlinguer fino al PD di Veltroni. Nel 2012 ho “scoperto” il M5S e ne ho riscontrato la perfetta sintonia con i miei principi ed i miei valori. Su tutti la visione post-ideologica. Destra, sinistra, centro oggi sono solo vuoti fonemi. Ed i partiti che a quelle ideologie si richiamano sono diventati paraventi abilmente strumentalizzati da un Neoliberismo devastante per le economie ed i principi democratici. Un moloch che gestisce e controlla la quasi totalità dei media, e che in nome del profitto incondizionato non esita a devastare il livello culturale dei cittadini. “Obiettivo Cultura” sarà il mio impegno nell’amministrazione pentastellata di Merate”

Loredana VILLA – 57 anni –  due figli – Residente a Merate dal 2011. Diplomata in Economia Aziendale – Da 25 anni dipendente in Ospedale di Merate e Lecco. Già candidata alle elezioni comunali del 2014 col Movimento 5 Stelle. «In questi anni di attività politica a Merate mi sono occupata di tematiche quali la sicurezza stradale, una delle mie proposte in Comune la riconfigurazione della pericolosa rotonda di via laghetto. Ma il mio sguardo è sempre andato verso i giovani meratesi che in questi anni hanno sofferto per la mancanza di idee e spazi aggregativi dedicati alle loro esigenze. Ho in mente un polo culturale molto variegato per Merate, una concreta alternativa  all’isolamento adolescenziale e post-adolescenziale. Nei miei lunghi anni di attività ospedaliera ho collaborato anche con i medici di base e nel servizio tossicodipendenze. Dopo 5 anni di attivismo sul territorio ho la certezza che i tempi siano maturi per il nostro gruppo di trovare spazio nel governo della città.»

 

Leggi anche:  Va in pensione lo storico barista del liceo

Federico SALOMONI – 34 anni –  Diploma in Elettronica e Telecomunicazioni. Cresciuto nel meratese e residente a Merate dal 2015. Da 13 anni lavora come macchinista, per Trenitalia e Trenord. Sindacalista dal 2012 viene poi eletto Vice Segretario Regionale di SLM FAST Confsal. Direttore Sportivo nel settore giovanile nella società di Calcio ACD Brianza. «Il rapporto con le persone e la possibilità di occuparsi dei problemi comuni sono da sempre due punti fermi dei miei interessi. In anni più recenti ho ritrovato la grande passione calcistica (tralasciata per impegni di lavoro) diventando prima collaboratore come istruttore/allenatore e poi, grazie alla propensione gestionale ed organizzativa, Direttore Sportivo del settore giovanile. La spinta civica ad occuparmi della Comunità ha trovato grande risalto nei valori del Movimento 5 Stelle che mi hanno accompagnato nella crescita politica e sono stati le solide basi per l’impegno sociale. La mia attenzione sarà maggiormente focalizzata sui trasporti/viabilità, sullo Sporte sul coinvolgimento dei giovani meratesi nelle scelte per il futuro.»

Maria Gabriella CEVOLATTI – 60 anni – Perito tecnico turistico  – Residente a Paderno d’Adda. «Conosco bene il tessuto cittadino meratese sia per aver lavorato per quindici anni in uno studio di architettura, sia per il mio coinvolgimento nel volontariato territoriale in diverse realtà come il sociale, la scuola (tra l’altro entrambi i miei due figli hanno frequentato il locale liceo Agnesi) e la sanità. Mi sono avvicinata da tempo al Movimento 5 Stelle per affinità di intenti, con la volontà di concretizzare, ove possibile, ideali radicati in me da sempre quali: cura ed attenzione per l’ambiente, equità civile, ricollocamento di valori etici perduti. Finalmente parole importanti come nessuno escluso ritrovano il significato che una politica seria ha giustamente ritrovato e che si erano perse da anni.»

Walter PISTARINI – 66 anni – Pensionato, ex dirigente  settore informatico, massimo studioso di Fabrizio De André, ed autore di tre saggi sull’artista. Vicepresidente associazione culturale interscambio Italia-Cina. «Ho iniziato questa avventura politica cinque anni fa candidandomi alle Comunali del 2014 col Movimento 5 Stelle perché ero stufo di lamentarmi soltanto e di non partecipare attivamente alla politica di Merate spinto già allora da una voglia di rendermi utile, di dare il mio contributo al cambiamento. Sogno una Merate culturalmente vivace ed attrattiva e… come canta De André; chiudo gli occhi e mi metto a sognare, chiudo gli occhi e mi metto a volare.»

Nicoletta GILIO – 45 anni – Residente a Lomagna. Diplomata in Ragioneria, dipendente Amministrazione e Contabilità in una ditta di impiantistica e domotica nel meratese. Sposata, mamma di 2 figli adolescenti. «Sono molto legata a Merate perché ho vissuto la mia adolescenza frequentando il Viganò dove ho conseguito il diploma di ragioneria. Da allora non ho mai rotto il cordone ombelicale con essa che è stata casa di nascita dei miei due figli. In questo momento di disaffezione verso la politica credo fortemente che la squadra alla quale mi sono unita possa fare la differenza nel panorama politico di Merate e di tutto il meratese. Mi è stato chiesto di collaborare con altri gruppi politici, ma ho fortemente voluto restare col Movimento 5 Stelle perché credo che un progetto di gente comune e valori  che esso rappresenta da tempo possa rinnovare davvero l’Amministrazione comunale.»

Tiziano PANZERI – 55 anni – Residente a Merate. Frequentato l’Istituto Tecnico  Commerciale A. Badoni di Merate. Impiegato in un’azienda cartotecnica.  Padre di 2 figli «Merate è la mia città. Stufo dei soliti nomi noti della politica locale non solo ho deciso di dare fiducia al Movimento 5 Stelle, ma ci ho messo anche la faccia. Le motivazioni che mi hanno spinto sono principalmente due: confrontarmi con i meratesi e pensare insieme a delle soluzioni per ridare slancio a Merate con azioni concrete ed efficaci. Lavorare per il territorio è sicuramente un impegno costante, ma ripagato ben volentieri dalla prospettiva di migliorare quelle che sono le molteplici criticità che ogni giorno emergono con tutta evidenza e sui quali c’è ancora tanto tanto da fare.»

 

Fabio ANDILORO –  39 anni – nato a Merate, diplomato in ragioneria presso l’ITC Viganò. Da oltre 15 anni addetto alle vendite e progettazione sanitari presso la Smir con sede in Bellusco. Ricopre il ruolo di Dirigente e accompagnatore nella società di calcio ACD Brianza. Da diversi anni si dedica con passione alla disciplina sportiva e arte marziale Thailandese, MuaiThai. “Mi sono avvicinato al M5S circa 5 anni perché ho condiviso da subito  la partecipazione attiva di ogni singolo cittadino. In questi anni di percorso politico ho scelto di focalizzarmi sui punti che sento più vicini: ambiente, mobilità, ma soprattutto sport. Penso che la nostra cittadina abbia grandissimi potenzialità da cui ri-partire. Il mio impegno sarà orientato al potenziamento di tutti quelle attrattive che Merate e tutto il Meratese possiedono ma che fino ad oggi sono ancora rimaste inespresse per un immobilismo della solita classe politica che per troppo anni ha governato la nostra Merate. Insieme ai miei compagni di questo meraviglioso viaggio, voglio essere il protagonista del nostro futuro e non sopravvivere in una cittadina ormai morente

Alessio MAGGIONI – 26 anni – Residente a Merate.  Diplomato in meccanica industriale, impiegato da 3 anni in una azienda di Sulbiate dove si occupa di ambiente, salute e sicurezza.  «La motivazione principale del mio avvicinamento al movimento 5 stelle è la forte volontà di cambiamento del sistema politico che ho percepito in esso. Sono un simpatizzante sin dal mio primo voto e mi gratifica sapere che ció che il movimento fa, è nell’interesse del cittadino comune, senza sotterfugi e favoritismi. Penso che quello che manca di più a Merate sono luoghi che coinvolgano maggiormente i giovani con attività di loro interesse (concerti, spettacoli e organizzazione di gite di vario genere, sia di carattere ludico che culturale) diffuse tramite i canali di informazione che utilizzano maggiormente

Francesco COLOMBO – 68 anni – Pensionato ex Team Manager Commerciale in Multinazionale tedesca, movimentazioni merci. Residente a Merate dal 1990. Sposato e nonno. «Ho votato per anni a Sinistra fino a che ho conosciuto il Movimento 5 Stelle. Dal primo momento ne  ho condiviso i valori fondati sul senso civico, principi di solidarietà perché nessuno venga lasciato indietro, valori un tempo importanti in altre forze politiche , che oggi trovano grande spazio nel Movimento 5 Stelle. Auspico un radicale cambiamento nella vita politica meratese attraverso la partecipazione popolare diretta. Solo così penso si possa determinare un futuro vivibile. Invito tutti ad interessarsi alla cosa pubblica, attraverso fonti che non siano condizionate da interessi privati, economici, individuali o di associazioni.»

Veronica VICENZETTO  – 28 anni – residente a Merate dalla nascita – diplomata in lingue straniere Istituto A.Greppi Monticello Brianza e in arti figurative  (danza, ballo , recitazione) presso l’Accademia SDM Milano – «sono nata in una famiglia di artisti amanti della musica. Ho mosso i primo passi all’età di sei anni con lo studio del pianoforte. Per quattro anni ho  lavora come attrice in varie produzioni, in particolar modo nel mondo della pubblicità. Mi sono avvicinata alla politica perché noi giovani abbiamo il dovere di cambiare in meglio la società. Nel Movimento 5 Stelle mi riconosco nella volontà della rivoluzione culturale che ne ha stimolato la nascita. Merate un tempo era uno snodo commerciale e culturale: mi focalizzerò su arte, spettacolo, cultura e turismo per ridarle quella vita e quel fermento che merita.»