La realtà dei doppi incarichi nel nuovo Parlamento è stata oggetto in questi giorni di un’ampia ricerca condotta dalla piattaforma Openpolis.

Un solo caso lecchese

Tra i casi citati c’è anche quello di un lecchese. Si tratta di Roberto Poalo Ferrari, borgomastro di Oggiono eletto alla Camera dei Deputati  con la Lega.

Si può mantenere il doppio incarico

Ferrari, il cui mandato a Oggiono scadrà il prossimo anno, aveva tutto il diritto di aspirare ad un posto in Parlamento. Non avrebbe potuto se il Comune da lui amministrato avesse avuto una popolazione superiore ai 15mila abitanti. Oggiono ne conta invece circa 8000. In ogni caso, controlla le eventuali incompatibilità la giunta per le elezioni, a cui spetta il compito di procedere alla verifica dei titoli di ammissione dei parlamentari ed alla valutazione delle cause sopraggiunte di ineleggibilità o di incompatibilità.

Lega, il partito con più doppi incarichi

“Sono 155 i parlamentari (108 deputati e 47 senatori) che al momento hanno anche altri incarichi politici, cioè il 16,42% dell’aula – si legge nella ricerca pubblicata da Openpolis –
Un dato che varia notevolmente a seconda della lista di elezione. Su 183 seggi assegnati alla Lega, ben 86 sono occupati da parlamentari che hanno anche altri incarichi politici sul territorio. Con questa percentuale (il 46,99% degli eletti) la Lega è la lista con la quota più alta, quasi tre volte la media del parlamento. A seguire gli eletti con Fratelli d’Italia (30,61%), di Liberi e uguali (22,22%) e di Forza Italia (21,12%). Molto più distanti invece gli altri principali partiti come Partito democratico (7,78%) e il Movimento 5 stelle (0,59%)”.

Leggi anche:  Grazie Bergamo, l'ex sindaco di Amatrice a Pontida FOTO e VIDEO