È con una illustrazione realizzata da Raouf Gharbia che Appello per Lecco ha deciso  di dare il via ad una campagna a sostegno dei diritti umani. Una campagna chE ha uno slogan  eloquente, Diritti ANnegati che il gruppo spiega in una nota ufficiale che proponiamo integralmente.

Campagna di Appello per Lecco per i diritti umani

LEGGI ANCHE  Migranti lasciati in mare: a Lecco catena umana intorno al municipio

Riteniamo che mai come in questo momento storico e politico sia necessario far sentire forte la voce delle associazioni e dei cittadini, contro quegli atti che attentano ai diritti umani. Questi, vengono tutelati dalla Dichiarazione Universale delle Nazioni Unite adottata nel 1948, un documento sui diritti della persona, il cui articolo uno sottolinea che: “Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.

Razzismo e xenofobia esistono ancora

Alla luce di ciò, con consapevolezza civica e serietà, sentiamo il bisogno di lanciare un avvertimento inequivocabile a tutto il personale politico nazionale, europeo e mondiale. Vogliamo affermare che nessuno di loro deve sentirsi non colpevole qualora dovesse violare quei diritti stabiliti dai Trattati, che garantiscono ad ogni essere umano di essere uomo dotato di diritti che lo tutelano. Purtroppo, come l’attualità ci dimostra il confine che separa la civile convivenza da una cinica barbarie é molto sottile, ed è capace di dissolversi in poco tempo. Quello che oggi possiamo osservare, anche con maggior consapevolezza donataci dalla recente commemorazione della Shoa nella Giornata della memoria, è che si stanno espandendo a macchia d’olio, politiche e attitudini collettive volte al pregiudizio, al razzismo e alla xenofobia che pensavamo essere state debellate. Come sappiamo la perdita della Memoria può portare ad esiti nefasti, facendo si che si ripresenti un passato di paura e violenza, correlato all’incapacità della classe politica di interpretare il proprio ruolo in maniera nobile e scevra da pregiudizi.

LEGGI ANCHE Almeno siano coerenti e non ipocriti” L’INTERVENTO DI CORRADO VALSECCHI

Leggi anche:  Musei a Lecco: aperture straordinarie il 25 aprile e 1° maggio

Così, per essere più efficaci, abbiamo chiesto all’amico e artista Raouf Gharbia, italiano di origini tunisine, di illustrare per noi un manifesto incentrato sul tema dei diritti umani. Ovviamente l’interpretazione sulla tematica data dall’artista è indissolubilmente legata a quegli avvenimenti che in modo sempre più frequente si realizzano, in un’attualità dove giorno dopo giorno i popoli oppressi, gli uomini e le donne che emigrano essendo chiaramente l’anello debole, subiscono atti di persecuzione e rifiuto. Vi invitiamo fortemente a diffondere questa efficace illustrazione, la quale rappresenta solo la prima iniziativa di Appello per Lecco sulla tematica dei diritti che prossimamente verrà esposta a tutta la città. Ancora una volta cogliamo l’occasione per ringraziare Raouf Gharbia, il quale ha perfettamente interpretato lo spirito della nostra associazione. In conclusione, riteniamo sia fondamentale che tutti i cittadini ricordino che i diritti umani si conquistano con grandi sacrifici, ma se questi non sono efficacemente tutelati, possono “annegare” in poco tempo portando con se conquiste di pace e solidarietà.

Appello per Lecco