Dalla Regione stop al bollo auto “fantasma”. Multe per i furbi che non dichiarano il passaggio di proprietà dei veicoli.

Dalla Regione stop al bollo auto “fantasma”

“L’emendamento della Lega al Bilancio regionale – spiega il consigliere regionale del Carroccio Andrea Monti – punta a contrastare un fenomeno diffuso, relativo alle compravendite di autovetture fra privati, che porta a chiedere il pagamento del bollo auto a persone che hanno venduto il loro veicolo. Capita infatti che, nei casi in cui si esegue il passaggio di proprietà mediante l’autentica della firma in Comune, la parte acquirente ometta di registrare il passaggio di proprietà al Pra, il Pubblico registro automobilistico. Questa pratica ha causato una serie di disagi per i venditori, che si vedono recapitare a casa l’avviso da parte della Regione per il mancato pagamento del bollo di un’auto che non appartiene più a loro. La modifica introdotta consente a Regione Lombardia di coinvolgere direttamente la parte acquirente, mediante l’invio di un questionario dove dichiarare l’avvenuto passaggio di proprietà, pena il pagamento di una sanzione.

Leggi anche:  Video fake sul Premier Conte: ecco chi lo ha diffuso
Andrea Monti, consigliere regionale della Lega

“Purtroppo infatti l’eventualità sopra descritta, ovvero quella di omessa registrazione, appare sempre più ricorrente, specie nei casi di acquirenti stranieri e nelle situazioni per le quali l’accertamento di veicoli con targa estera non consenta di quantificare la tassa automobilistica evasa a seguito della mancanza di informazioni che, di fatto, risultano in esclusivo possesso del proprietario.

“In questo modo – conclude  Monti – vogliamo evitare problemi per i venditori che giustamente non possono ritrovarsi a pagare per un bene di cui non sono più in possesso.”

TORNA ALLA HOME