In cinque anni oltre 2,6 milioni di euro: a tanto ammontano le risorse distribuite dalla Comunità  Montana Valsassina Valvarrone Val d’Esino e Riviera ai Comuni consorziati.

Assemblea della Comunità a fine mandato

Le cifre dei contributi erogati nell’ultimo quinquennio sono state rese note dal presidente Carlo Signorelli a conclusione del mandato e in vista del prossimo passaggio assembleare. “Un quadro completo che testimonia l’impegno su progetti concreti, l’aiuto ai comuni più piccoli e il rispetto dei criteri di ripartizione fissati nelle linee di mandato”. Così lo stesso presidente, a nome della Giunta, commentando la tabella riassuntiva dei contributi che la Comunità Montana ha assegnato nell’ambito dei fondi propri, dei contributi per i comuni frontalieri, dei residui legati alle gestioni associate, dei fondi di investimento del BIM e della ripartizione del fondo ex PIP.

Contributi regionali diretti

Escluse dal resoconto le opere proprie della Comunità Montana – come l’elisuperficie e il museo della Fornace –  e i contributi regionali diretti per i quali l’Ente ha svolto un ruolo di intermediazione. In quest’ultima casistica rientrano i contributi agricoli e di prevenzione idrogeologica sul Torrente Pioverna, i fondi delle gestioni associate rigirate ai comuni del Distretto per attività nel servizio sociale per complessivi 300mila euro e due studi di fattibilità per una piscina e l’implementazione degli impianti di risalita di Barzio.

“Una distribuzione equa e coerente”

 “L’operazione trasparenza – sottolinea Signorelli – fa emergere un quadro completo che non tiene conto di alcuni fattori come il numero e le entità delle richieste pervenute dalle singole Amministrazioni; tuttavia fa emergere in modo chiaro una distribuzione tra aree geografiche che appare equa e coerente”.

Leggi anche:  Rischio idrogeologico: contributi dalla Provincia di Lecco per prevenirlo

Il totale erogato nel quinquennio ammonta a 2,601 milioni di euro. Escludendo da ogni graduatoria Morterone per le sue caratteristiche (31 abitanti), la distribuzione di fondi appare omogenea con circa 90-100 euro per abitante nelle aree dell’Altopiano, Centro Valsassina, Alta Valsassina e Valvarrone. Inferiore la quota per i comuni del lago e Val d’Esino (51 euro per abitante ma occorre tenere presente l’alto numero di abitanti di Colico). Tra i comuni destinatari dei maggiori contributi proporzionali agli abitanti Morterone (48mila euro con le specifiche di incomparabilità dette prima), Taceno (126mila euro, 234 euro per abitante), Primaluna(499mila euro, 221€ per abitante), Perledo (160mila euro , 175 euro per abitante) e Crandola (42milaeuro , 170 euro  per abitante).

Un quadro per la Giunta che verrà

“Ci auguriamo – sottolinea il vice presidente Guido Agostoni – che questo riassunto possa essere utile per le pianificazioni della futura amministrazione; noi ci limitiamo a ribadire la proficua collaborazione con tutti i nostri comuni che abbiamo voluto visitare quasi tutti durante il nostro mandato organizzando Giunte della Comunità montana nei vari municipi in accordo con i Sindaci”.