Un clamoroso strappo a opera di tre vecchi democristiani, oggi tesserati Pd Merate, ai danni della segreteria Dem cittadina. E’ quanto accaduto la scorsa settimana e che traccia scenari nuovi e imprevedibili nella politica meratese a un anno dal voto del 2019.

Tre vecchi democristiani puntano alla lista civica

Il tradimento si è compiuto nei giorni scorsi. Proprio mentre il segretario del Pd di Merate Gino Del Boca si accomodava al tavolo delle trattative con Sei Merate, attuale gruppo di minoranza, Giovanni Battista Albani, Ercole Redaelli e Gigliola Sironi tramavano per creare una lista civica. Nello specifico un gruppo indipendente dai partiti, che abbracci anche un’area vicina al centro-destra di estrazione cattolica. Una proposta messa nero su bianco in una lettera distribuita in alcune illustri cassette della posta della città.

Sul Giornale di Merate in edicola da martedì 3 luglio quattro pagine speciali con tutti i dettagli della vicenda, ma anche le prese di posizione di Lega e Forza Italia in vista del voto del 2019