Il bilancio stilato dal sindaco Brivio brindando venerdì scorso con i giornalisti a Palazzo Bovara non l’ha propria convinta. Cinzia Bettega, capogruppo consigliare della Lega non poteva tacere il suo controcanto.

La nota di Cinzia Bettega

Il 2018 è stato “senza dubbio l’anno migliore” da amministratore.
Così dice il sindaco Brivio e mi chiedo quanti lecchesi sottoscriverebbero questa affermazione a dir poco audace e inutilmente rosea.
Neppure il clima natalizio può giustificare un ottimismo “a domicilio” dimenticando il lungo rosario di inadempienze, ritardi e giustificazioni spesso risibili.
Né si può dire “chi si accontenta gode” perché non servono i sondaggi per dire che questa amministrazione ha spesso toccato il fondo.
Basti pensare alla fuga dei dirigenti (su tutte la farsa del comandante dei vigili) il nulla realizzato sul fronte del turismo che sembra di esser tornati all’anno zero.
E ancora il Teatro della Società chiuso, di sale cinematografiche neppure l’ombra.
E il decoro della città ? E il lungolago che costringe i lecchesi a invidiare la piccola Malgrate ? E le scuole cha hanno trasformato il provvisorio in permanente ? Che dire di Villa Ponchielli , con il progetto di riqualificazione arenato e per restare nell’ambito delle piccole cose della politica dei parcheggi sempre più cari ?
Certo se ci si vanta del Broletto nord inaugurato almeno con un anno di ritardo e dello stesso Bione, sul quale la giunta rischiò di naufragare nel dicembre 2016 allora si possono trasformare i miraggi in oasi e vivere di fantasia.
Dati alla mano la maggioranza brindi pure per il “fantastico 2018” che poi il 6 gennaio il carbone a Brivio e soci non glielo leva nessuno.

Cinzia Bettega
Capogruppo Lega Nord Comune di Lecco