La chiusura della Statale 36 e le conseguenze viabilistiche per il territorio stanno creando un terremoto a Oggiono. Il candidato sindaco Lamberto Lietti se la prende con l’attuale borgomastro Roberto Paolo Ferrari:  “Sinceramente mi stupiscono le affermazioni di Roberto Ferrari, Sindaco uscente a Oggiono e Onorevole per la Lega, dove è stato fino ad oggi?”  si chiede Lietti. Il problema  riguarda in particolare i percorsi alternativi illustrati durante il primo incontro in Prefettura al quale Ferrari non era stato invitato.

LEGGI ANCHE

Nuovo vertice in Prefettura sulla chiusura della Statale 36: confermato il piano viabilistico

 Statale 36 chiusa da lunedì a giovedì: “Un fatto inevitabile ma andava pianificato meglio”

Chiusura della Statale 36, Lietti: “Ferrari dove era mentre si prendevano le decisioni?”

“Ferrari è uno dei tre parlamentari della Lega che esprime il territorio, è possibile che si sia accorto solo ieri delle ripercussioni che avrebbe avuto la nostra città a seguito della chiusura della SS 36 per il posizionamento del ponte?” continua Lietti. “Probabilmente il Sindaco non ha mai guardato le tempistiche e le modalità del posizionamento del nuovo ponte, eppure dovrebbe essere un osservatore privilegiato visto che è un parlamentare del partito che governa sia l’Italia che Regione Lombardia” spiega il candidato.

I disagi per Oggiono

“Ora da lunedì sera a giovedì mattina scatta l’emergenza ed è giusto programmare tutti gli interventi necessari affinché ci sia il minor disagio possibile per i nostri cittadini” dichiara Lietti. “Invito però il Sindaco uscente ad evitare, in queste ultime ore di campagna elettorale, di passare per il salvatore della patria per ottenere qualche preferenza più in vista delle elezioni di domenica, perché questo suo atteggiamento svela il fatto che fino ad oggi non si è minimamente preparato alla chiusura della SS36” conclude.

Leggi anche:  Dissesti e "fiumi pericolosi": nel Lecchese arriveranno oltre 600mila euro

La sferzante replica di Ferrari

La replica di Ferrari non si è fatta attendere. “Prima di parlare e fare una figuraccia il signor Lamberto Lietti avrebbe dovuto informarsi, ma la foga di cercare di apparire gli ha fatto fare una magra figura, dimostrando scarso senso delle istituzioni!” la sferzante dichiarazione del borgomastro parlamentare della Lega. “Come riconosciuto dal signor Prefetto dottor Formiglio il Comune di Oggiono non era stato convocato. Il sottoscritto, venuto a conoscenza del fatto, ha chiamato il Prefetto ed è stato ricevuto il giorno seguente e da allora ha partecipato a tutte le riunioni impegnandosi per organizzare e lasciare al sindaco che verrà nel primo giorno di mandato una macchina operativa”. Chiosa tagliente: “Signori si nasce, qualcuno ha dimostrato di non esserlo!”