Il consiglio comunale di Calusco d’Adda ha approvato la variazione di bilancio e la proroga del PGT. Nella seduta di mercoledì 15 novembre i due atti amministrativi, proposti dalla giunta del sindaco Michele Pellegrini, sono stati confermati con il voto favorevole della maggioranza.

Votazione Maggioranza Per Calusco

Il Bilancio, nuove variazioni in consiglio comunale

L’assessore Massimo Cocchi durante il consiglio comunale ha illustrato le nuove modifiche al bilancio comunale. Sono stati introdotti nuovi progetti da approvare prima della fine del 2017, in vista della loro realizzazione che avverrà nel 2018. Per portarli a compimento verranno investiti 245mila euro,  parte dell’avanzo di bilancio. Grazie a queste risorse il comune metterà in cantiere nuove opere fra cui: la sistemazione di parte della scuola primaria, l’asfaltature di alcune strade, la sistemazione di parte del cimitero e del centro sportivo. Le variazioni di bilancio sono state approvate con il voto favorevole della maggioranza e l’astensione della minoranza.

Massimo Cocchi Assessore al Bilancio Calusco d' Adda

Il PGT di Calusco confermato in consiglio comunale

Durante la seduta del consiglio comunale è stato confermato il PGT (Piano di Governo del Territorio) attualmente vigente.  Secondo Alessandro Bonacina, consigliere con delega all’Urbanistica, si tratterebbe di una scelta quasi obbligata. Il PGT vigente era stato approvato dalla precedente amministrazione nel 2012. Tuttavia, il mancato sviluppo edile degli scorsi anni ha lasciato incompiuti alcuni obbiettivi previsti dal PGT. Per questo motivo l’Amministrazione comunale ha scelto di prorogare l’attuale piano senza introdurre variazioni. Differente il punto di vista della minoranza, secondo la Fabio Colleoni il PGT contiene scelte che si sarebbero potute rivedere. Conseguentemente, i consiglieri di “Calusco Unita” hanno scelto di astenersi.

Leggi anche:  Ponte di Paderno, il sindaco di Calusco scrive a Rfi: "Fate un ponte provvisorio!"

Alessandro Bonacina Consigliere con delega all'Urbanistica