Una telenovela a puntate. Questo sta diventando la “faida” interna a Forza Italia Lecco. Frecciate, attacchi, botta e risposta. Il tutto all’interno del partito che, alle ultime elezioni ha riportato al Pirellone Mauro Piazza e Michela Vittoria Brambilla. Quest’ultima è stata rieletta alla Camera per la terza volta. Ed è proprio Piazza, con la sua vittoria, il suo record di preferenze e soprattutto il suo rientro tra le fila del partito di Silvio Berlusconi, al centro della bufera.  Bufera diventata ora ciclone dopo le ultime bordate dell’ex ministro Brambilla

Polemiche infuocate in Forza Italia Lecco

Niente panni sporchi lavati in casa quindi. La lotta azzurra questa settimana si è consumata a suon di pubbliche dichiarazioni. A dare il là (anzi a riaccendere la miccia sotto un fuoco di polemiche di fatto mai sopito) sono state le parole dette da Mauro Piazza e Daniele Nava durante l’incontro organizzato per commentare i risultati delle elezioni regionali.  Ieri infatti i due non hanno mancato di sottolineare che la rielezione di Piazza è arrivata nonostante in Forza Italia “ci fosse qualcuno che remava contro“.  A stretto giro di posta è arrivata poi la replica del segretario provinciale Davide Bergna che ha invitato Piazza  “a mettere da parte infantili personalismi nell’ottica di sviluppo del partito“.

Michela Vittoria Brambilla rossa… di rabbia

Oggi è stato l’ex ministro, originaria di Calolziocorte, a mettere il carico da novanta. “Nava e Piazza? Non hanno titolo per lanciare accuse alla nostra classe dirigente. Il loro passato ci dice che i due campioni di salto della quaglia lavorano solo per se stessi, non certo per Forza Italia” si legge in una nota firmata dalla fondatrice del Movimento Animalista. “Oggi il loro pacchetto di voti staziona qui, domani chissà. Mi sento già di scommettere verso quale partito spiccheranno il prossimo volo”.

Per l’ex ministro Nava e Piazza sono “maestri di trasformismo”

“Quale fiducia si può avere – sottolinea ancora – in questi pellegrini che hanno fatto il giro delle sette chiese politiche? Sono passati da An e Fi all’Ncd, poi ad Alleanza popolare, a Lombardia Popolare, poi ancora ad Energie per l’Italia, dove hanno ricambiato Stefano Parisi abbandonando EpI in extremis e costringendolo a raccogliere le firme per presentarsi alle elezioni in Lombardia”. Nessun pelo sulla lingua. Anzi. Michela Vittoria Brambilla non risparmia accuse ai due. “Maestri del trasformismo, hanno ricavato dai continui cambi di casacca un paio di poltrone: quella di sottosegretario regionale (grazia ricevuta da un partito ormai estinto) per Nava, ora uscente e verde di rabbia per non essere stato candidato alla Camera come andava millantando da tempo. Per Piazza invece la riconferma della poltrona al Pirellone. Ma la loro credibilità è finita sotto i piedi”.

Leggi anche:  Salvini stasera a Pontida. Ieri Faggi sul palco con Umberto Bossi FOTO

La difesa di Gagliardi e Rampin

Pur non nominandoli espressamente anche l’ex ministro, eletta ad Abbiategrasso, difende gli azzurri Roberto Galgiardi e Rosanna Rampin. “Leggo di attacchi che mi vengono rivolti perché  perché ho sostenuto dei giovani leali che non disponevano né di un consolidato pacchetto di voti né del budget di un Piazza. Ne vado fiera”. E ancora.  “Loro dimenticano l’essenziale: io sto con il presidente Berlusconi dall’inizio del mio impegno in politica e ci resterò finché lui vorrà. A nome di coloro che in Forza Italia hanno sempre lavorato onestamente e non l’hanno mai tradita, rivendico il diritto-dovere di non appoggiare chi ha pubblicamente insultato il nostro leader (ho conservato articoli e post) ed ora approfitta della sua generosità per rimediare una poltrona e continuare a galleggiare come se niente fosse”.

L’ultimo sassolino? “Brivio lo avete fatto rieleggere voi”

Quindi, dopo un pubblico apprezzamento all’operato di Davide Bergna (“Sulla gestione di Forza Italia a Lecco, condotta con equilibrio dal coordinatore provinciale , abbiano la compiacenza di tacere”) Michela Vittoria Brambilla si toglie un ultimo sassolino dalla scarpa e rivolgendosi proprio a Daniele Piazza e Mauro Nava li… rimprovera: “Battetevi il petto, dico a tutt’e due: Brivio l’avete fatto rieleggere voi”.