“Ha destato scalpore l’episodio dell’ingente refurtiva, del valore di 21mila euro, razziata nei pressi della stazione di Lecco da un giovane nordafricano irregolare sul quale pendeva un provvedimento di espulsione e diverse segnalazioni per reati contro il patrimonio; la realtà è che questa è una situazione ormai insopportabilmente abituale”. Dura reprimenda del senatore leghista Paolo Arrigoni contro gli stranieri irregolari

Gli stranieri irregolari, la posizione dell’ex sindaco di Calolzio

L’ex sindaco di Calolzio,  componente del Comitato parlamentare Schengen, ha commentato l’episodio dell’egiziano arrestato dalla Polfer a Lecco. Non solo ma ha tentato inoltre  di domostrare che “dati alla mano che si tratta di un caso tutt’altro che isolato”.

I numeri forniti da Arrigoni

“Secondo gli ultimi dati forniti per il 2017 dal Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno, a inizio novembre, su circa 39mila stranieri irregolari rintracciati nel nostro Paese a seguito di controlli delle Forze dell’Ordine, solo 17mila risultavano quelli effettivamente allontanati.  10.500 respinti alla frontiera e appena 5.300 rimpatriati. Il totale dei clandestini non rimpatriati nel 2017, e che presumibilmente si trovano ancora in Italia, era quindi di quasi 22mila persone: 3mila in più rispetto all’anno precedente”, ha continuato il Senatore della Lega.

Leggi anche:  La “rivoluzione verde” della Rigenerazione urbana in Lombardia

Nel Lecchese

“Nella Provincia di Lecco i numeri sono decisamente preoccupanti. Su 78 irregolari rintracciati ne sono stati rimpatriati soltanto 10!” specifica Arrigoni.  “L’86% di queste persone sparisce dai radar. Dopo i controlli e l’ordine di espulsione da parte del Questore, non abbiamo idea di che fine facciano ed è ragionevole pensare che per vivere debbano delinquere. Questi sono gli esiti di una politica migratoria sconclusionata messa in atto dal Partito Democratico e dei continui tagli alla sicurezza. La Lega al governo si propone una netta inversione di rotta e di accompagnare uno per uno i clandestini alla frontiera!” ha concluso il Senatore Arrigoni.