Informare gli imprenditori, far conoscere e fare crescere il welfare aziendale territoriale. E’ l’obiettivo dell’incontro “Welfare aziendale: un’opportunità per le imprese” in programma giovedì 13 giugno alle 18.30 presso Confartigianato Imprese Lecco.  L’evento rientra nell’ambito del progetto “Sinergie e Strategie Conciliative 2.0” Iniziativa finanziata da Regione Lombardia a supporto degli interventi di conciliazione famiglia-lavoro DGR 5969/2016 e relativa proroga DGR 1017/18 ente capofila Comunità Montana, coordinata dall’ATS Brianza.

Welfare aziendale: a Lecco un incontro per far conoscere lo strumento

“All’interno di questo progetto di rete, Confartigianato Imprese Lecco ha il compito di comunicare e far conoscere  alle aziende, non solo quelle aderenti alla nostra Associazione, i regolamenti welfare e le nuove opportunità per imprese e dipendenti – spiega Matilde Petracca, project manager Area Welfare di Confartigianato Imprese Lecco – Grazie al welfare aziendale, la cui applicazione per quanto riguarda le MPMI resta a discrezione del singolo imprenditore non rientrando nei contratti nazionali di lavoro, sia le imprese che i dipendenti traggono vantaggi. Per fare un esempio, il principio è che, invece di ricevere una somma ipotetica di 1.000 euro lorde che al netto delle tasse diventano 650, il lavoratore percepisce la somma intera sotto forma dibeni  e servizi ammessi tra le spese legate al welfare erogati sul territorio. In questo modo si dà vita a un’economia virtuosa e “circolare” che contribuisce a far crescere il territorio stesso da cui trae linfa. Tutto ciò senza che all’azienda costi nulla”.

In campo Confartigianato imprese Lecco

“Il problema che le piccole e piccolissime imprese possono incontrare su questo percorso è il non avere al proprio interno una figura dedicata al welfare – aggiunge Giovanni Righetto, welfare specialist di Confartigianato Imprese Lecco –  La nostra Associazione è in grado di fornire consulenza alle aziende interessate. Il punto di partenza è sempre l’imprenditore, con cui si considera se c’è la possibilità di introdurre il regolamento aziendale e quali modalità si possono adottare per l’utilizzo del credito welfare”.  “Nel 2018 Confartigianato Imprese Lecco ha erogato 25 consulenze, di cui 12 trasformatesi in regolamenti chiusi, che hanno coinvolto oltre 100 dipendenti e fatto transare sull’apposita piattaforma oltre 70.000 euro – prosegue Vittorio Tonini, segretario generale Confartigianato Imprese Lecco –  La nostra Associazione è inoltre parte attiva dei progetti di welfare territoriale Valoriamo e RigenererArti, è socia dell’impresa sociale WelfFare Insieme e presto inaugurerà al suo interno uno Sportello dedicato al tema, Non solo Welfare per le imprese, quindi, ma anche nuovi progetti per famiglie e cittadini attraverso collaborazioni con soggetti del terzo settore per rispondere ai principali bisogni socio-assistenziali”.

L’impegno di Ats

“La nostra ATS pone particolare attenzione ai temi che insistono sulla conciliazione tra famiglia e lavoro –  sottolinea il Direttore Generale Silvano Casazza – In particolare il tema di questo incontro ha un valore sociale molto importante. Il nostro territorio ha la fortuna di avere tante istituzioni attive in questo campo, per cui possono aver luogo progetti davvero interessanti come questo di Confartigianato che fornirà un valore aggiunto al tessuto imprenditoriale locale”.